Side Quest, la recensione dell’espansione di Paper Dungeons

Foto dell'autore

Di Emanuele Iuliano

Side Quest – Dopo aver già trattato il gioco base, torniamo su Paper Dungeons, o meglio sulla sue espansione “Side Quest” grazie alla DV Games che ci ha fornito la copia demo. Vi parlo del Roll&Write fantasy creato da Leandro Pires ed illustrato da Dan Ramos. Un titolo per 1-8 persone dai 10 anni in su, con partite della durata di circa 30 minuti.

In Paper Dungeon, così come in “Side Quest”, gestiremo un party composto da 4 personaggi di classi diverse: guerrierə, magə, chiericə e ladrə. Guideremo il gruppo all’interno di un dungeon, sconfiggendo minion e boss, raccogliendo tesori ed imparando nuove abilità; in un perfetto stile GDR fantasy classico!

Rivediamo brevemente insieme le regole di gioco.

Regole

Ogni persona dispone di una matita e di un foglio con la mappa dello stesso dungeon. In base all’omonima carta selezionata, andremo a tracciare la posizione dei boss e dei vari ostacoli come muri e corsi d’acqua.

Dopodiché ci verranno assegnate delle carte Obiettivo e Potere. Le prime definiscono il nostro schieramento ed un obiettivo personale di fine partita, mentre le carte Potere ci donano delle abilità uniche da utilizzare nel corso della partita.
Quest’ultima terminerà alla fine del terzo round, dopo aver tentato di sconfiggere il boss di livello 3.

I primi due round sono composti da 3 turni, mentre l’ultimo da soli 2 turni, per un totale di 8.
Durante ogni turno, una persona a caso lancerà i 6 dadi a disposizione. Dei 6 risultati visibili ne sceglieremo soltanto 3, chiunque può scegliere quelli che preferisce. Se meno di 3 facce mostrano i teschi, allora ogni partecipante subirà un danno.

Ogni dado rappresenta i simboli dei nostri quattro personaggi, più dei simboli speciali, come il quadrifoglio, che ci farà ottenere uno dei quattro simboli Eroe a nostra scelta ed il triplo stivale, che ci farà ottenere tre movimenti invece di due. Se usciranno tre teschi, i dadi saranno ritirati.

side quest
Nuove schede di gioco

I dadi possono essere usati per:

  • Aumentare il livello del proprio party, qualora il simbolo scelto sia su un dado dello stesso colore del nostro eroe; ogni aumento di livello ci farà anche aumentare subito di una vita sul tracciato danni;
  • Ottenere due movimenti, scartando un dado. Potremo muoverci liberamente nelle stanze, facendo attenzione alle trappole che ci faranno perdere punti Vita.
  • Ottenere due Pozioni, che andranno subito sul relativo tracciato;
  • Creare un oggetto magico. I primi quattro oggetti necessitano di un simbolo specifico, mentre gli altri possono essere creati con qualsiasi simbolo (escluso il teschio).

Si prosegue così fino alla fine della partita, tenendo presente che alla fine di ogni round potremo tentare di sconfiggere i boss in successione se avremo oltrepassato la loro stanza nei turni giocati.

Alla fine del terzo round, segneremo sul tracciato tutti i punti vittoria ottenuti per gli oggetti, personaggi che avremo portato al livello6, i punti dei Boss, dei Mostri sconfitti e delle Gemme ottenute, oltre alla carte Missione e Obiettivo completate e scaleremo eventuali malus.

Novità

Scopriamo insieme le novità introdotte da questa espansione.

Innanzitutto la confezione si presenta come una scatola apribile da uno dei lati, senza coperchio.
Al suo interno troviamo:

16 carte artefatto
8 carte luogotenente
12 carte Dungeon
4 carte Boss
16 carte missione secondaria
100 schede di gioco
3 tessere modificatore forza del Boss

Già da questa lista possiamo evincere dei nuovi elementi come artefatti e luogotenenti.
Infatti, durante la preparazione, formeremo un mazzo con tutte le carte luogotenenti ed un altro con alcuni artefatti in base al numero di partecipanti.
Poi, ogni persona riceverà due carte Missioni Secondarie casuali, che andrà ad apporre nell’apposito spazio accanto al proprio dungeon.

Le schede di gioco nuove presentano una formazione del Dungeon diversa, nella quale inseriremo, come al solito, la posizione dei Boss ed i vari ostacoli come muri e corsi d’acqua (prima solo prestampati, adesso vanno anche aggiunti). Questa volta sono presenti anche caselle totalmente nere ed inaccessibili.

Luogotenenti: ne esistono 4 tipi tra spettri, goblin, orchi e zombi. Custodiscono i forzieri con all’interno artefatti e gioielli. Richiedono una specifica classe di eroi per essere sconfitti.

Artefatti: sono indicati dal simbolo di un forziere. Donano poteri unici a chi li possiede e sono custoditi dai mostri più forti.

Missioni Secondarie: ogni partecipante ne possiede 2 e per poterle completare bisogna portare a termine i 3 incarichi indicati su di esse e giungere in un determinato punto del dungeon. Non è necessario svolgerli in ordine.

In “Side Quest” viene modificato anche il rilancio dei dadi in base ai risultati. Infatti, non vi potranno essere più un simbolo Quadrifoglio e Triplo Stivale; altrimenti ritireremo gli stessi dadi doppioni

Come altra aggiunta, alla fine del 2°, 5° e 7° round verranno saccheggiati anche i forzieri e, quindi, rimossi.
Abbiamo anche dei nuovi poteri per le classi e nuovi oggetti magici da creare, come il grimaldello magico e la pietra preziosa.
Finalmente avremo anche la possibilità di disattivare le trappole adiacenti spendendo un punto movimento.

side quest
Missioni Secondarie

Side Quest- Titoli di coda

Come è giusto che sia, questa espansione non andrà a sconvolgere totalmente l’esperienza di gioco ma la implementerà di alcuni piccoli nuovi elementi. Questi rendono il gioco più ricco di scelte da poter compiere, così da renderlo molto variabile e più immersivo.

Personalmente, non comprendo a pieno il motivo di modificare le modalità di rilancio del dado in base ai risultato (vedi quadrifogli e triplo stivale). In genere non preferisco quando un gioco viene modificato per renderlo più difficile o meno vantaggioso per le persone. In ogni caso tutto può essere reso facoltativo.

Le cose che apprezzo di più di “Side Quest”, sono le nuove schede gioco (che ci offrono una seconda scelta del tipo di dungeon da esplorre) e la presenza delle Missioni Secondarie che consentono ai vari party di intraprendere strade completamente diverse. Spesso nella versione base si verificava l’episodio in cui più di una persona tracciava lo stesso percorso nel dungeon.

Insomma, espansione di Paper Dungeons promossa a pieni voti!

Have a good game!