Calcio

Silvestri, il portiere del Verona piace ad una big: lo scambio

L’Hellas Verona sogna un posto in Europa, sempre nell’ottica che la stagione calcistica si riesca a portare a termine. Ma queste aspirazioni non sono solo alimentate e motivate dall’ottimo gioco proposto da Ivan Juric: il merito va dato anche ai singoli, molti dei quali si sono presi le luci della ribalta. È questo il caso di Marco Silvestri, portiere classe ’91 al primo vero anno di Serie A. Cresciuto nelle fila del Modena, la sua gavetta ha visto trasferimenti tra Chievo, Reggiana e Cagliari fino ad approdare oltremanica, al Leeds (qui ha collezionato 88 presenze in tre anni). Dal 2017 è all’Hellas e quest’anno ne è assoluto protagonista diventando tra i migliori detentori di clean sheets.

Silvestri all’Inter? Il Verona vuole Radu o Sepe

Una crescita esponenziale che ha fatto sì che alla cornetta del Verona arrivassero le prime avvisaglie di interessamento. È di oggi, infatti, la notizia (fcinternews.it) che vorrebbe l’accostamento del calciatore all’Inter. Il club meneghino, infatti, è alle prese con i saluti dei prossimi svincolati Daniele Padelli e Tommaso Berni con la conseguente ricerca di un vice per Samir Handanovic.

I nerazzurri potrebbero prelevare Radu dal Parma, ma significherebbe sacrificare la crescita di un ottimo prospetto: la soluzione più immediata, perciò, sarebbe uno scambio con Sepe (se non fosse che, tra l’altro, il portiere ducale è alle prese con il recupero dall’infortunio procuratosi a gennaio). Un accostamento a Silvestri, invece, significherebbe avere un ottimo uomo per il prossimo futuro contando anche che l’asse Verona-Milano è già caldo con la trattativa Kumbulla-Salcedo-Dimarco.

Parola degli ex portieri del Verona

A tessere le lodi di Silvestri, ci hanno pensato anche grandi portieri della storia scaligera come Gregori e Cervone, intervistati da calciohellas.it:

“Il Verona deve investire su di lui, non solo perché è bravo, ma soprattutto perché ha lo spessore morale per diventare un grande del Verona e rimanerci per i prossimi dieci anni. Non è cosa da tutti, ma lui se l’è meritato”.

Attilio Gregori

“Silvestri ha saputo aspettare in silenzio. Titolare e riserva, vedendo calcio in Italia e all’estero: merito della gavetta se adesso è così bravo. Tanti portieri vengono rovinati sul nascere proprio perché battezzati bravi dopo un paio di parate, senza aver superato veri esami. Dà grande sicurezza al reparto: l’organizzazione data da Juric lo aiuta, ma sicuramente anche Silvestri ci ha messo del suo”.

Giovanni Cervone

Marco Silvestri in orbita Inter: l’Hellas Verona riuscirà a resistere all’assalto dei nerazzurri oppure soccomberà davanti all’offerta della società guidata da Antonio Conte?

Back to top button