Games

Space Gate Odyssey: verso nuovi pianeti e oltre

Space Gate Odyssey – Sulla scia dei giochi ad ambientazione spaziale, che da qualche tempo popolano le nostre serate ludiche, un loro rappresentante nelle candidature non poteva mancare. L’onore di portare avanti la bandiera del genere spetta quest’anno a Space Gate Odyssey, candidato al Goblin Magnifico 2020, assegnato in occasione del prossimo Play di Modena.

Edito dalla nascente 3Emme Games (nota soprattutto per il deckbuilding Saint Seiya), Space Gate Odyssey porta 2-4 giocatori nello spazio, alla conquista di nuovi pianeti, in questo gioco di piazzamento lavoratori e piazzamento tessere.

Space Gate Odyssey
Panoramica della componentistica di Space Gate Odyssey – Photo Credit: magicmerchant.it

Ogni giocatore vestirà i panni del capitano di una nave spaziale, costruita nel corso dei turni di gioco affinché il maggior numero di propri coloni possa andare a colonizzare i pianeti scelti per la partita . Partendo da una camera stagna iniziale e con i 5 coloni che può contenere, ogni giocatore dovrà costruire nuove stanze per ospitare più coloni e attivare speciali effetti. Inoltre a fine partita, ogni tipologia di stanza attivata farà ottenere punti vittoria aggiuntivi.

Space Gate Odyssey – “In un futuro non così distante, in una galassia non poi così lontana…”

Costruendo stanze e colonizzando pianeti, i giocatori condurranno la propria flotta e i propri coloni alla vittoria, conquistando il titolo di governatore del nuovo sistema planetario.

Nella scatola troviamo:

  • Meeple che comporranno la fazione di ogni giocatore divisi in: 36 coloni, 5 robot, 7 ingegneri, 4 tute da ingegnere capo. Questo perché ci sarà la possibilità di promuovere gli ingegneri a Capo-ingegneri, inserendoli nelle apposite tute identificative; i meeple sono tutti trasparenti e colorati, ogni tipo è disegnato in maniera diversa e riconoscibile;
  • la plancia segnapunti che contiene anche l’ultimo esopianeta da colonizzare, Hawking;
  • 1 tabellone della Odyssey (la stazione madre di partenza), dove compiremo le azioni, da montare;
  • 8 tessere pianeta fronteretro (da usare in numero variabile rispetto al numero di giocatori), ognuno col nome di uno scienziato famoso del ventesimo secolo;

Inoltre nella scatola troveremo:

  • 81 tessere stanza divise in: 3 tipi (portale spaziale, Odyssey e camera stagna), a loro volta divisi in 3 colori, che riportano al loro campo nel cantiere; verde per flora e fauna, rosa energetico e blu idrico; tutte le tessere sono fronteretro, un lato attivo e uno disattivo;
  • 3 portali spaziali;
  • 4 camere stagne di partenza;
  • 1 cantiere che contiene le pile di tessere stanza, da montare;
  • 4 tessere riorganizzazione;
  • il regolamento.

Le fustelle contengono tutte le tessere, mentre i meeple sono tutti sistemati nelle loro bustine protettive. Tutto il necessario per iniziare la corsa alla colonizzazione!

Space Gate Odyssey
Dettaglio delle fustelle – Photo Credit: Houseofgames

Queste le componentistiche del nuovo gioco di colonizzazione di ambientazione spaziale, che andrà a contendersi il premio di quest’anno. Benché in competizione i titoli di gran nome non manchino, Space Gate Odyssey è un gioco che, a prescindere dall’esito della competizione, ha qualcosa da dire nel panorama odierno dei gdt.

Seguici su:

Back to top button