MovieNerd

Spider-Man: No Way Home, un nuovo Avengers Endgame?

Spider-Man: No Way Home potrebbe dare una svolta epocale allo "spider-verso".

I Marvel Studios si stanno preparando all’uscita nelle sale cinematografiche di Spider-Man: No Way Home, ultimo film della trilogia cinematografica dedicata all’Uomo Ragno all’interno del Marvel Cinematic Universe. Il prossimo dicembre dovremmo poterci gustare la pellicola in tutto il suo splendore. Intervistato da Empire, il regista Jon Watts ha dichiarato che il terzo capitolo della sua saga cinematografica di Spider-Man sarà il “suo” Avengers Endgame. Il Peter Parker di Tom Holland dovrebbe salutarci in questa ultima avventura. E per il futuro? Chissà, forse ci sarà un trasferimento all’interno dell’universo Sony, in cui Spidey interagirà con personaggi quali Venom e Morbius. Solo ipotesi per ora, nulla di certo.

Spider-Man: No Way Home, l’atteso epilogo

In Spider-Man: No Way Home vedremo il nostro amichevole Spider-Man di quartiere affrontare il famigerato Doctor Octopus, interpretato da Alfred Molina. Da ricordare come lo stesso attore si sia già cimentato nella personificazione dello scienziato pazzo tentacolato in Spider-Man 2, uscito nel 2004. Ma le sorprese non finiscono qui: come leggiamo da Tom’s Hardware è probabile che nel film appaiano anche il Green Goblin di William Defoe, l’Uomo Sabbia di Thomas Haden Church e l’Electro di Jamie Foxx.

Trama del film

Dopo che J. Jonah Jameson ha reso nota la vera identità di Spider-Man all’intero pianeta, Peter Parker dovrà tentare l’ultima carta affidandosi al Doctor Strange. Lo stregone supremo ha il potere di far dimenticare a tutti chi sia realmente l’eroe mascherato. Tuttavia, qualcosa va storto nel corso dell’incantesimo e Peter sarà trasportato in altre dimensioni dove dovrà affrontare nuovi villain, tra cui il malvagio doctor Octopus. Il nostro amichevole Spider-Man di quartiere potrà tuttavia contare sull’aiuto dello stesso Strange.

Seguici sui social:
Facebook
Instagram

Marco Della Corte

Adv
Adv

Marco Della Corte

Da sempre amante del giornalismo, ho frequentato il liceo classico Agostino Nifo a Sessa Aurunca, per poi iscrivermi al dipartimento di Lettere e Beni culturali dell'università Luigi Vanvitelli a Santa Maria Capua Vetere. Sono laureato in Filologia classica e moderna e iscritto regolarmente all'ODG Campania come pubblicista. Esperto di cronaca nera, sono cresciuto a pane e 'Chi l'ha visto?'. Per il resto sono un semplice (e appassionato) docente di materie umanistiche alle superiori.
Adv
Back to top button