SSD Palermo: da chi si riparte?

Il Palermo è al punto più basso della sua storia. La SSD Palermo dovrà partire dalla Serie D dopo il fallimento per banca rotta dell’ormai vecchio Us Città di Palermo. Per tornare in alto a chi si dovranno affidare i caldissimi tifosi palermitani? Lo scopriamo insieme.

Hera Hora è la nuova società

Alla fine la spunta la Hera Hora s.r.l, la nuova proprietà si è aggiudicata l’avviso comunale per ottenere il titolo sportivo del club rosanero. Le redini della SSD Palermo sono state prese da Dario Mirri e Tony Di Piazza che avranno l’arduo ma onorevole compito di riportare il Palermo ad alti livelli. Il progetto della nuova proprietà prevede un potenziamento del marketing territoriale con l’obbiettivo di migliorare l’immagine dell’intera comunità di Palermo. Nei piani della nuova società c’è il rinnovamento dello stadio “Barbera” che potrebbe diventare una meta irrinunciabile per tutti gli appassionati di sport, con all’interno un museo e vari metodi innovativi per seguire la partita in modo unico ed intrattenere al meglio tutte le categorie di spettatori. Non mancherebbe un area riservata ai disabili che ad oggi non hanno una buona visibilità all’interno dello stadio. Tutto con l’obbiettivo di plasmare la SSD Palermo ai valori e sani principi della popolazione palermitana.

Il duo Mirri- Di piazza, nuovi proprietari del Palermo.
Il duo Mirri-Di piazza. I proprietari della SSD Palermo.
Photo Credit: corrieredelmezzogiorno.corriere.it

SSD Palermo deve pensare al campo

Il 1 Settembre inizierà il campionato di Serie D e il Palermo deve costruire le basi. È ufficiale l’ingaggio di Rosario Pergolizzi che siederà sulla panchina della nuova SSD Palermo. Pergolizzi ha già allenato nel capoluogo siciliano, portando alla vittoria di uno Scudetto la Primavera palermitana e sostituendo Guidolin in panchina per tre giornate. Il Palermo dunque, ripartirà da un palermitano, prova del fatto di come la nuova società voglia mettere al centro del progetto chi conosce la terra e i suoi tifosi. È stato definito anche il ruolo di direttore sportivo che sarà preso da Renzo Castagnini ex responsabile del settore giovanile della Juventus.

Il nuovo allenatore dell’SSD Palermo Rosario Pergolizzi.
Rosario Pergolizzi il primo allenatore della SSD Palermo.
Photo Credit: stadionews.it

Sfratto eseguito e manto erboso ok. Il Barbera è pronto a rinascere.

Proprio nelle ultime ore lo stadio “Renzo Barbera” ha subito lo sfratto disposto dal sindaco di Palermo Orlando, con lo scopo di far insediare del tutto la nuova società. I dipendenti della precedente società (Akrus Network) hanno dovuto lasciare la struttura e stanno collaborando alla redazione del verbale d’inventario. 27 è il numero dei lavoratori che ora si ritrovano senza impiego, la speranza è che possano al più presto trovare occupazione nella nuova società o in un altro contesto lavorativo. A far parlare di sé in questi ultimi giorni è stato il manto erboso dello stadio “Renzo Barbera” che è stato al centro di molteplici polemiche per via del suo stato non ottimale. Tuttavia il “Barbera” è in netto miglioramento e sembra pronto all’utilizzo grazie alle continue manutenzioni degli addetti della “Palumbo Maurizio” ditta che fa parte dei creditori della U.S Palermo. Nonostante ciò gli addetti hanno continuato a lavorare per amore del Palermo. Un grande gesto che esalta tutta la passione dei tifosi per questa squadra che merita al più presto di tornare in alto.

Seguici su:

Pagina Facebook

Profilo Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA