Cinema

Stasera su Rai Storia il film premio Oscar “La Forma dell’Acqua”

Adv

Uscito nelle sale cinematografiche il 14 febbraio 2018 La Forma dell’Acqua, capolavoro fantasy ci aspetta stasera in prima serata sul canale Rai Storia. Il film che ha vinto il Leone d’Oro a Venezia nel 2017 ,ha ottenuto ben 4 premi Oscar: miglior film, migliore regia, migliore scenografia e migliore colonna sonora.

La Trama del Film La Forma dell’Acqua

Il visionario regista, Guillermo del Toro, ci regala con questa sua recente pellicola, una fiaba gotica ricca di contaminazioni Fantasy; la storia ambientata nel mezzo della Guerra Fredda (1963) è incentrata attorno ad una eroina atipica senza voce.

A causa del suo mutismo, l’addetta alle pulizie Elisa (Sally Hawkins) si sente intrappolata in un mondo di solitudine; infatti la donna specchiandosi negli sguardi degli altri si vede come un essere incompleto e difettoso. Incaricate di ripulire un laboratorio segreto, Elisa e la collega Zelda (Octavia Spencer) si imbattono per caso in un pericoloso esperimento governativo: una creatura squamosa dall’aspetto umanoide, tenuta in una vasca sigillata piena d’acqua. La creatura anfibia è stata catturata in un villaggio dove era oggetto di venerazione dagli indigeni locali.

La Protagonista e il suo amore

Elisa, la protagonista, rimane affascinata dalla creatura e la incontra di nascosto; inizia a portare all’umanoide del cibo e gli insegna a comunicare attraverso la sua lingua: quella dei segni; si avvicina pian piano sempre di più al “mostro”,costruendo con lui una tenera complicità che farà seriamente preoccupare i suoi superiori. Elisa riesce però a tenerlo in vita, ospitandolo a casa sua nella vasca da bagno; al contempo tra i due nasce un vero e proprio rapporto amoroso e intimo e l’essere dà dimostrazione di possedere degli straordinari poteri curativi. La donna, quindi, progetta un piano per liberarlo al porto cittadino, che purtroppo però sarà difficile da portare a termine. Il finale sorprenderà lo spettatore che amerà il risvolto sentimentalmente drammatico della pellicola. Buona visione

ELISA SCOPANO

Related Articles

Back to top button