Gossip e TV

Stefano Maniscalco, chi è l’ex fidanzato di Rajae Bezzaz

Adv

Rajae Bezzaz ha rubato il fidanzato a Valeria Marini? Secondo alcune voci sì: la bella inviata di Striscia la Notizia avrebbe frequentato in passato Stefano Maniscalco, karateka che qualche anno fa, viveva una storia sentimentale con la famosa showgirl tutte curve (mai confermata).

Chi è Stefano Maniscalco?

La prima risposta che viene da dare è che è un campione di Karate, che ha portato in alto il nome dell’Italia in questo sport, ma sappiamo che se siete qui è per saperne di più sulla sua biografia, e ancor di più sulla vita privata dello sportivo. La curiosità è aumentata a dismisura grazie alla sua partecipazione a Monte Biancoil nuovo adventure game di Rai Due dove sette concorrenti si mettono alla prova scalando una montagna e sotto gli occhi vigili di esperte guide alpine; accanto a Stefano c’è Anna Torretta e insieme formano la Cordata gialla

Stefano è un atleta delle Fiamme Gialle e anche capitano della Nazionale Italiana di Karate, la sua specialità è il Kumite e ha portato a casa il titolo di Campione del mondo e Vicecampione d’Europa per la WKF; ai Mondiali ha vinto 2 ori e 5 bronzi, agli Europei 3 ori, 4 argenti e 6 bronzi. Qualcuna potrebbe ricordarsi di lui per averlo ammirato sulla copertina di For Men Magazine oppure per la sua partecipazione, nel 2010, al programma I Soliti Ignoti di Fabrizio Frizzi.

Stefano è nato a Palermo, ha due sorelle più piccole, Michela e Laura, e lui porta il nome del nonno, suo papà invece si chiama Sergio ed era cintura nera in Judo; si è avvicinato al mondo del karate verso i dieci anni, dopo aver praticato ginnastica artistica dall’età di 4 anni, che lo ha aiutato in elasticità e velocità. È cresciuto guardando i film di Bruce Lee e Jean Claude Van Damme e ha iniziato il suo percorso studiando col maestro Riccardo Calandrino, indossando il kimono tanto desiderato. Ha iniziato anche a gareggiare e la prima medaglia, un argento, è arrivata ai Campionati Italiani. L’incontro col maestro giapponese Tojozo Fujioka è stato importante, perché è riuscito a scoprire il talento in lui e a tirarlo fuori, così Stefano ha maturato l’idea che la sua passione potresse diventare una professione.

È entrato nella Nazionale Italiana vincendo a maggio 2000 la sua prima medaglia d’oro europea, dedicata a sua madre, e poco dopo è stato scelto dal tecnico delle Fiamme Gialle, Claudio Culasso, entrando a far parte del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle il 26 ottobre del 2000. Stefano è un appuntato della Guardia di Finanza, oltre che karateka, e si è diplomato all’Istituto Tecnico Commerciale; nel tempo libero gli piace ascoltare musica, navigare in internet e fare qualche viaggio, oltre che dedicarsi allo sport; oltre al karate, pratica calcio, pallavolo e altri tipi di arti marziali

Adv
Adv
Adv
Back to top button