Basket

Steph Curry e la stagione dell’mvp all’unanimità

In questa lega di giocatori atleticamente formidabili e di dimensioni fuori dal comune un ragazzo gracilino intorno al metro e novanta è riuscito a farsi spazio e scrivere la storia di questo sport. Steph Curry nella stagione 2015-2016 vince il suo secondo MVP consecutivo ma è il primo della storia che ottiene il voto di migliore della stagione da tutti e 130 i giornalisti e dal pubblico.

La stagione di Steph Curry

Photo credits: Marcio Jose Sanchez/Associated Press

Gli Warriors campioni del mondo, come dicono dall’altra parte dell’Oceano, si preparano alla difesa del titolo. Vincono 73 partite in Regular Season stabilendo un nuovo record che apparteneva ai Chicago Bulls del’96. E come quei Bulls avevano Jordan, questi Warriors hanno Steph. Curry è stato criticato per non aver inciso particolarmente alle Finals vinte e qualcuno aveva storto il naso per l’MVP conferitogli l’anno prima. Così la pointguard nativa di Akron gioca una stagione leggendaria: fa registrare il career high in punti, rimbalzi e palle recuperate di media in una stagione, mette a segno il record di triple realizzate tenendo percentuali al tiro stratosferiche. Alla fine della stagione regolare non ci sono dubbi, il premio di Most Valuable Player è suo. Nemmeno Shaquille O’Neal, nella straordinaria stagione ’99-00 era riuscito ad ottenere il consenso di tutti gli elettori, anche se solo per un voto.

I numeri di Steph Curry

Steph in questa stagione è impeccabile: segna 30,1 punti di media (miglior realizzatore della lega) a cui aggiunge 6,7 assist, 5,4 rimbalzi e 2,1 recuperi (leader anche in questa voce statisica). Il PER, che tenta di condensare in un numero il contributo di un giocatore, è di 31,5, 9° ogni epoca. Inoltre entra nel club elitario dei 50-40-90 di cui ne fanno parte giocatori del calibro di Larry Bird e Steve Nash. Inoltre segna 402 triple battendo il record di canestri da 3 realizzati in una singola stagione sfondando la barriera della quarta centinaia. Steph ha macinato record su record e con il suo modo di giocare ha cambiato per sempre la storia di questo gioco.

Lorenzo Mundi

per ulteriori aggiornamenti sul mondo del basket, clicca qui
seguici sulla nostra pagina Facebook

Back to top button