Classe 1952, Stephen Lang è un noto attore statunitense. Recita a teatro, in televisione e nel cinema, ed è stato direttore artistico dell’Actor’s Studio di New York. Alcuni dei film più importanti ai quali ha preso parte sono Manhunter, Nemico Pubblico e Avatar. È conosciuto sugli schermi per ottenere spesso ruoli di uomini autoritari, guerrieri o militari e antagonisti.

Nato l’11 luglio a New York,è figlio di Eugene Lang, filantropo e presidente dello Swarthmore College, una privata scuola d’arti in Pennsylvania. Termina a New York le scuole medie e si trasferisce in Pennsylvania dove continua il liceo e frequenta successivamente lo Swarthmore diplomandosi nel 1973.

Debuttato nel 1969 con uno spettacolo teatrale ispirato ad Othello, Lang inizia la sua carriera sul palco qualche anno dopo la fine degli studi. Importante tassello nel suo percorso è il revival di Broadway Morte di un commesso viaggiatore che nel 1984 lo vede parte del cast teatrale e un anno dopo nell’adattamento televisivo insieme ad attori del calibro di Dustin Hoffman e John Malkovich.

L'attore Stephen Lang - Photo Credits: web
L’attore Stephen Lang – Photo Credits: web

Stephen Lang nel Cinema e nella TV

Nel 1985 inizia la sua carriera sugli schermi, ma continua tutt’ora a portare avanti le performance sul palcoscenico. Nel 1986 è scritturato per interpretare il personaggio del reporter Freddy Lounds nel film Manhunter dedicato ad Hannibal Lecter. Nello stesso anno l’attore fa parte per due stagioni della serie televisiva Crime Story, che ha visto numerose guest star tra cui Julia Roberts, David Caruso, Michael Rooker e Stanley Tucci.

Negli anni duemila Stephen Lang compare in Nemico Pubblico insieme a Johnny Depp, in Conan the Barbarian come antagonista di Jason Momoa, in Jarhead e Operazione Valchiria 2. È il cattivo Shrike nell’adattamento cinematografico nel 2018 di Macchine Mortali insieme a Hugo Weaving e Peter Jackson. Probabilmente il ruolo più famoso che ha ottenuto è stato nel 2009 in cui è comparso in Avatar insieme a Sigurney Weaver, Michelle Rodriguez, Zoe Saldana e Sam Worthington come principale antagonista. In televisione, i titoli più conosciuti dal pubblico in cui ha lavorato sono Terra Nova del 2011, Salem del 2014 in cui impersonava lo spietato cacciatore di streghe, e Into the Badlands del 2015. Nei prossimi anni continueremo a vederlo negli attesissimi seguiti di Avatar, previsti per il 2021 e 2023.

Stephen Lang insieme al cast del film Avatar (2009) - Photo Credits: web
Stephen Lang insieme al cast del film Avatar (2009) – Photo Credits: web

Attore premiato e apprezzato

Nel 1989 viene acclamato dalla critica nel film Ultima fermata Brooklyn. Nel 1992 guadagna la sua prima nomination per il Tony Award di Broadway grazie al suo ruolo da protagonista in The Speed of Darkness. Ancor prima che Jack Nicholson fosse reso celebre dal suo Col. Jessup nel film Codice d’onore fu Lang ad impersonarlo sul palcoscenico ottenendo ottimi riscontri.

Viene nominato per premi cinematografici una decina di volte, di cui cinque per il film Avatar del 2009 grazie al quale ha vinto il Saturn Award per il Miglior attore non protagonista. Anche a teatro ha vinto circa una dozzina di premi, tra i quali un Drama Desk Award per la sua interpretazione nella produzione off-Broadway del one-man show Beyond Glory.

L'attore Stephen Lang - Photo Credits: web
L’attore Stephen Lang – Photo Credits: web

Il suo lavoro da attore tuttavia non si ferma alla recitazione su schermo e palco. Nel 2009 ha narrato l’audiolibro di racconti brevi a firma Richard Matheson, Stephen King e Joe Hill. L’anno seguente ha dato voce all’audio tour che narrava la storia della battaglia di Gettysburg e del seguente discorso di Abraham Lincoln durante la Guerra Civile Americana per il Gettysburg National Military Park.

L’attore è comparso anche nel videogioco dedicato ad Avatar e nel 2013 in Call of Duty: Ghosts. Nel 2018 ha partecipato al web-film Uncharted Live Action Fan Film basato sul franchise di Playstation Uncharted.

La sua filmografia conta più di novanta titoli tra cinema e tv, escluse le sue apparizioni a teatro e le altre collaborazioni. Seppure sia meno conosciuto dal grande pubblico rispetto ad altri suoi colleghi, è un attore prolifico e poliedrico molto apprezzato nel settore.

Continua a seguirci su Metropolitan Magazine e resta in contatto con noi su Facebook, Instagram e Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA