Dopo la cocente sconfitta di Torino contro la “Vecchia Signora” non si placano i malumori in casa Lecce. Risulta invece ottimista Saverio Sticchi Damiani. Intervistato dal “Corriere del Mezzogiorno”, il presidente giallorosso sembra non voler darsi per vinto. Dalla sua c’è la convinzione che la piazza abbia tutte le carte in regola per giocarsi la corsa alla salvezza.

In 11 contro 11 gara in equilibrio

“Finché abbiamo giocato 11 contro 11, infatti, ritengo che quella del Lecce sia stata una partita giocata ad alto livello.” Questo sostiene Damiani nell’intervista riconoscendo i meriti alla sua squadra che fino al momento dell’espulsione di Lucioni era riuscita a creare delle occasioni da gol “al punto che abbiamo costretto la Juventus a cambiare tattica” .

Lucioni, le parole di Sticchi Damiani (Getty Images)
Lucioni, espulso contro la Juventus (Getty Images)

Il Lecce sta gradualmente recuperando tutti

Sul capitolo infortuni traspare ottimismo nelle parole del presidente della compagine salentina

“Stiamo gradualmente recuperando tutti. Meglio giocare in totale emergenza con Milan e Juventus piuttosto che contro le dirette concorrenti: per le ultime dieci gare contiamo su un organico quasi recuperato.”

Lottare con la piazza e senza paura: Sticchi Damiani traccia la via

Scrollarsi ogni timore per giocarsi la salvezza fino all’ultimo secondo. Questa la ricetta di Damiani per la corsa che vedrà i ragazzi di mister Liverani contendere un piazzamento a Sampdoria e Genoa:

“Dobbiamo entrare in campo con la mente libera, ma concentrata. E non dobbiamo avere alcuna paura: abbiamo una piazza e un territorio che ci sostengono, non vedo alcun motivo di avere più preoccupazioni delle altre squadre coinvolte nella lotta per la permanenza in Serie A”.

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA