Mai come quest’anno, le vetrine di tutti i negozi di tutte le vie di tutte le città stanno sfoderando stivali su stivali.

Che siano bassi alla caviglia, medi o inguinali, l’importante è che siano col tacco (preferibilmente grosso per chi combatte coi sanpietrini!) e che siano realizzati con materiali pregiati.

I più in voga sono sicuramente quelli in similpelle coccodrillata (via Roma 15 o Steve done) che come, ammetteremo tutte quante, questa estate con 45 gradi all’ombra nei negozi di mare, avevamo ampiamente snobbato e poi rivalutato sulla scia di un malinconico ritorno in città.

Se per anni siamo rimaste fedeli a colori “invernali” come nero e marrone, quest’anno, ispirate forse anche dal cambio di decennio, abbiamo per la prima volta scoperto la possibilità di indossare colori fino ad oggi mai reputati “accettabili”. Primi tra tutti gli stivali fucsia di Paris Texas, realizzazione del sogno nel cassetto della Barbie texana che dorme sopita dentro ognuna di noi.

stivali fucsia
Stivali di Paris Texas. immagine web

Arrivate a questo punto starete pensando che siano modelli immettibili o super impegnativi ma la moda, si sa, è un cocktail perfetto di buon gusto, creatività e sicurezza (in se stesse!) Se i vostri timori sono di non possedere un paio di gambe lunghezza 2 km, state serene, il ritorno del texano fa per voi. Odiato e adorato riesce a resistere al cambio dei decenni e delle mode; riesce sempre a stemperare un look troppo costruito o a rendere grintosi outfit già visti (super glamour la versione chic proposta da Gianvito Rossi).

Ciliegina sulla torta: non rimane che parlare dell’ultimo grande ritorno e cioè della vernice. Sdoganata per ogni ora del giorno e della sera, dona ricercatezza ad ogni look, e il fatto che ci trasporti magicamente nei favolosi ’70 ci piace ancora di più (modello preferito la riproposta firmata Prada in rosso e fucsia).

stivali vernice rossa
Stivali di Prada. immagine web

La morale della favola di oggi è cercare per negozi e per siti il nostro paio di stivali perfetti, come moderne cenerentole, che senza alcun dubbio nel 2020 avrebbero volentieri scambiato il cristallo con del morbidissimo camoscio!

© RIPRODUZIONE RISERVATA