Calcio

Supercoppa di Francia, il Lille si conferma la bestia nera del PSG

Un conto in sospeso che, con costanza, aumenta sempre più per Mauricio Pochettino, tecnico del Paris Saint-Germain. Dopo aver soffiato ai parigini la vittoria della Ligue 1 durante la scorsa stagione, il camaleontico club transalpino regala un’altra notte negativa al mister argentino arrivato per sostituire un Thomas Tuchel che, a distanza di qualche mese, avrebbe alzato la Champions League con il suo nuovo Chelsea. La Supercoppa di Francia va al Lille che ha mostrato, nonostante sia cambiato moltissimo negli interpreti dallo scorso campionato, un carattere indomabile. I mastini francesi hanno azzannato, nuovamente, i rivali: un solo, potente, morso e la coppa ha preso una via alternativa a quella di Parigi. A Tel Aviv (Israele) è nuovamente il trionfo della programmazione sui petroldollari.

Supercoppa di Francia al Lille: un solo gol e tanta gioia

Un lampo. A tutti gli effetti. La rete che ha deciso l’incontro di Tel Aviv si è palesata al 45′, al tramonto del primo tempo della finalissima: Xeka raccoglie palla e da fuori area scarica un siluro che termina la sua corsa in fondo al sacco. Impossibile per Navas intercettare un missile di potenza e precisione inaudite. Il Dio del Calcio, nella ripresa, dimostra ancora una volta di voler premiare la formazione meno quotata: il Paris Saint-Germain, orfano di molti calciatori, spreca diverse occasioni per pervenire al pareggio. Il Lille si compatta, si difende, tenta di partire in contropiede e soffre. Sofferenza che, al fischio finale, si tramuta in gioia. Il club transalpino, dopo due assalti mancati, conquista la prima Supercoppa di Francia della sua storia. I campioni di Francia, seppur orfani di Christophe Galtier e di altri giocatori ceduti nel calciomercato attuale, dimostrano di saper sopperire agli addii in modo eccezionale. Una squadra che si disfa e rigenera in modo commovente. I mastini hanno vinto: in Ligue 1 mantenere il titolo sarà un’impresa da…leoni.

Seguici su Metropolitan Magazine

Foto Credit: Pagina Facebook LOSC

Back to top button