La trattativa tra il Bologna e il giovane attaccante della Dinamo Kyev Supryaga va avanti da svariate settimane. Il giovane attaccante classe 2000 piace moltissimo alla dirigenza felsinea che ha individuato nell’ucraino l’unico obiettivo per il reparto offensivo. L’affare con la società ucraina non è semplice: il talento viene visto come un pezzo pregiato della rosa e, inoltre, anche l’attaccante intravede la possibilità di giocare la fase finale della Champions League.

Proprio Supryaga è andato a segno nella sfida d’andata nel playoff contro il Gent, vinto per 2-1 dagli ucraini. Il Bologna anche sta spingendo fortemente per portare in Emilia il centravanti ma l’affare è complicato. L’offerta del club rossoblù c’è ed è stata anche modificata ma la Dinamo Kyev non è ancora convinta della cessione e chiede 15 milioni di euro di parte fissa. I rossoblu sono arrivati molto vicini a questa cifra, considerando anche i bonus. Non c’è ancora l’accordo ed il club non vuole spingersi troppo oltre. In merito alla questione ha parlato anche il direttore sportivo Riccardo Bigon.

Il Bologna punta sull'attaccante Supryaga (Getty Images)
Il Bologna punta sull’attaccante Supryaga (Getty Images)

Supryaga-Bologna: parla Bigon

Il direttore sportivo Riccardo Bigon si è espresso sulla trattativa riguardante il giovane calciatore della Dinamo Kyev seguito ormai da settimane dal Bologna. Questo uno stralcio delle sue dichiarazioni durante la conferenza di presentazione del nuovo acquisto Lorenzo De Silvestri.

“C’è una nostra offerta nei confronti della Dynamo. Ad ogni modo parleremmo di un ragazzo giovane che deve crescere, non arriverebbe un giocatore già pronto. Per questo motivo se ci sono le condizioni economiche rapportate al valore del giocatore allora porteremo a termine la trattativa. Se non arriverà sarà perché la valutazione sarà troppo alta rispetto ai nostri parametri. Inoltre penso che la possibilità di andare avanti in Champions e di avere introiti dalla competizione europea potrebbe complicare la cosa. Se non dovesse arrivare Supryaga trovare un altro profilo come il suo non sarà cosa semplice. Santander è un giocatore che ha qualità, ma è il mister che decide chi e come utilizzare. Possiamo affermare di non essere però scoperti nel ruolo”.

Il sostituto di Supryaga è già in rosa

Molto probabilmente se il Bologna non riuscirà da qui al 5 ottobre a concretizzare l’operazione Supryaga non si cercherà un altro nome dal calciomercato. Come dichiarato anche da Bigon, il reparto offensivo non è scoperto e c’è Santander che è un calciatore di qualità. L’attaccante per ora non è molto considerato da Mihajlovic, ma rimane comunque un opzione valida. Il calciatore gode comunque della fiducia e della stima del tecnico e della dirigenza. Quindi, Supryaga rimane l’unico obiettivo. C’è da considerare, però, che il calciomercato è imprevedibile e in caso di qualche occasione last-minute, il Bologna potrebbe affondare il colpo.

Il Bologna guarda anche al campo: lunedì c’è il Parma

Dopo la sconfitta nella prima giornata di campionato a San Siro contro il Milan per 2-0, il Bologna è chiamata a reagire contro il Parma. Lunedì sera, nel Monday night ci sarà al Dall’Ara il derby regionale tra i felsinei e i ducali. Sinisa Mihajlovic vuole una reazione da parte dei suoi ragazzi che sono chiamati a disputare un campionato di buon livello con l’obiettivo di finire dalla parte sinistra della classifica. Per farlo bisognerà subito trovare punti contro il Parma reduce dalla sconfitta interna contro il Napoli.

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

ACCOUNT TWITTER

© RIPRODUZIONE RISERVATA