Games

Tang Garden, i giardini dell’imperatore

Edito da Thundergryph e localizzato in Italia (da pochissime settimane) da GateOnGames, Tang Garden è un gioiellino di gioco da tavolo per 1-4 giocatori e della durata di 60 minuti circa.
Reduce da una campagna Kickstarter di successo e distribuito con un bel po’ di ritardo, questo titolo basato sul piazzamento tessere ha i genitori di origini italiane: trattasi di Pierluca Zizzi e Francesco Testini.

tang garden
Immagine di copertina – Photo credit: gateongames

Tang Garden – Ambientazione/Ispirazione

“Ci troviamo nella Cina imperiale, quando la dinastia Tang diede il via ad un’epoca d’oro caratterizzata da pace e prosperità. Nel corso dei 130 anni di questa epoca, l’arte e la cultura raggiunsero un apice mai più toccato nel corso della storia del paese che vide fiorire l’usanza degli iconici giardini cinesi. L’Imperatore Xuanzong ordinò la realizzazione del magnifico Giardino del Maestoso Lago Limpido da cui poter regnare sul suo Impero con pazienza e saggezza, celebrando la vita stessa con i suoi cambiamenti ed il suo equilibrio.”GateOnGames

In Tang Garden vestiamo i panni di designer del giardino dell’Imperatore. Il nostro compito sarà quello di decorare questo fiore all’occhiello del palazzo imperiale in modo che i vari nobili in visita dal sovrano risultino appagati dalla vista dei vari elementi naturali e decorativi presenti in questo luogo dal panorama mozzafiato.
Non dimentichiamo le iconiche leggende di fantasmi e mostri che aleggiano attorno a questo fantastico paese e che compongono una delle espansioni di questo titolo.

Padiglioni e ninfee – Contenuto: con cosa giochiamo

Qui bisogna dire che i materiali di gioco sono differenti in base al livello di pledge effettuato, se deluxe o standard. In questo caso, elencheremo le stupende componenti della versione base:
-1 Regolamento
-12 carte Personaggio
-54 carte Decorazione
-1 plancia Giardino
-1 tessera Iniziale
-60 tessere Giardino
-4 plance Giocatore
-12 cubetti
-16 tessere Lanterna
-4 tessere Lanterna per modalità Solitaria
-60 Monete
-12 miniature Personaggio
-8 tessere Paesaggio Grande
-12 tessere Paesaggio Piccolo
-16 segnalini Paesaggio
-1 segnalino Ingegnere Primo Giocatore
-36 Decorazioni
-4 segnalini Personaggio

tang garden
Materiali del gioco – Photocredit: Thundergryph

Tang Garden – Gameplay

Finalmente arriviamo al succo del gioco, perchè Tang Garden non è solo estetica ma anche un titolo dal facile apprendimento e dalla notevole rigiocabilità.
Partiamo dal meccanismo base che è quello del piazzamento tessere, come enunciato in precedenza.
Ogni giocatore durante il proprio turno potrà svolgere una di queste due azioni principali: piazzare una delle tessere visibili dalle quattro colonne a disposizione o pescare una carta decorazione. Inoltre, ve ne saranno anche alcune opzionali come: ottenere un personaggio, usare una tessera lanterna (per potenziare un’azione) o rimpiazzarla.
Man mano che si andrà avanti, il giardino si svilupperà tra i suoi colori brillanti ed artwork dettagliati. Sarà fondamentale pensare ad ogni singola mossa, poiché è possibile ottenere monete (punti vittoria) in diversi modi.

Fulcro di tutto è la visuale dei nobili posizionati sulla plancia, che doneranno monete a fine partita se soddisfatti del panorama che si presenta dinanzi al loro sguardo.

tang garden
Miniature dei personaggi – Photocredit: MENIAC!

Tang Garden – Titoli di coda

Decisamente voto positivo per questo titolo tanto atteso. Non solo fa godere tanto la vista ma stimola molto anche la voglia di intavolarlo spesso, grazie alle sue meccaniche semplici ma ricche di possibili strategie.
Inoltre, grazie anche alle due espansioni ed add-on vari, presenta una rigiocabilità pazzesca soprattutto con l’aggiunta degli scenari.
L’attesa ha dato i suoi frutti; forse giusto un po’ di impegno in più sui dettagli delle miniature avrebbe reso il tutto quasi perfetto.
Decisamente consigliato agli amanti del mondo orientale, del piazzamento tessere e delle forti ambientazioni.

L’imperatore ed i suoi ospiti sono molto esigenti in merito al panorama. Saprete soddisfarli?

Have a good game!

Seguici su:

Emanuele Iuliano

Napoletano all'anagrafe ma viaggiatore di innumerevoli mondi grazie alla sua fantasia. I boardgames si annoverano fra le sue più grandi passioni, insieme a quella per la scrittura. Dall'unione di queste, nasce la voglia di entrare a far parte del team di Metropolitan Magazine Italia, in particolare tra i folli Unicorni di InfoNerd.
Back to top button