Cronaca

Terrorismo: cade in prescrizione la pena a Luigi Bergamin, uno dei terroristi italiani arrestati in Francia

Adv

Mercoledì 28 Aprile 2021 nell’operazione “Ombre Rosse” condotta dall’Antiterrorismo francese sono stati arrestati 7 terroristi italiani rifugiati da anni in Francia grazie alla dottrina Mitterrand. Il giorno dopo si sono costituiti anche Raffaele Ventura e Luigi Bergamin.

Luigi Bergamin ha 72 anni ed era membro della Pac (Proletari Armati per il Comunismo), gruppo terrorista di cui faceva parte anche Cesare Battisti. È stato condannato a 16 anni e 11 mesi di carcere per il concorso morale nell’omicidio del maresciallo Antonio Santoro e dell’agente della Digos Andrea Campagna, avvenuti nel 1978 e nel 1979.

Secondo la Corte d’Assise di Milano sono però “trascorsi non solo più di quarant’anni dai gravissimi fatti di reato per cui Bergamin è stato ritenuto responsabile, ma soprattutto più di trenta anni dall’irrevocabilità della pronuncia di condanna. La sentenza di condanna per Bergamin era infatti divenuta irrevocabile l’8 Aprile 1991, data da cui sono passati più di 30 anni, ovvero il termine stabilito dal legislatore per cui «debba ritenersi venuto meno l’interesse dello Stato» all’esecuzione della pena, nel caso di condanne che non siano l’ergastolo.

Adv
Adv
Adv
Back to top button