MovieNerd

The Crown 4, reali furiosi con Netflix

The Crown debutta con la quarta stagione e i tabloid inglesi raccontano che la famiglia reale è furiosa con Netflix per tutti i temi scabrosi affrontati.

Alla famiglia reale The Crown 4 non è piaciuto

La Principessa triste, The Crown 4. Photo: Web.
La Principessa triste, The Crown 4. Photo: Web.

The Crown è la serie Netflix che parla della vita della Regina Elisabetta e della sua famiglia, dalla sua gioventù, compreso il matrimonio e divenne la Regina (inarrestabile) del Regno Unito. 

Il tabloid The Sun rivela che la famiglia reale non ha gradito la narrazione, compresi i dettagli, del matrimonio di Carlo e Diana.

Anzi, Carlo e William. Sono furiosi per tutta la narrazione degli eventi, dal 1979 fino ai primi anni Novanta. 

Per la serie tv creata da Peter Morgan, le critiche della Casa Reale non sono una novità. Adesso si ritrova ad affrontare l’argomento delicato e tabù: il matrimonio tra Carlo e Diana.

Sembra che l’argomento, la loro vita privata trasmessa sul piccolo schermo, per forza di cose abbia infastidito i figli della principessa triste. 

Per esempio si parla dei disturbi alimentari di cui soffriva Diana, per la tensione matrimoniale. Il tradimento di Carlo Windsor con la fidanzata storica, Camilla Perker Bowles (sua attuale moglie), non viene nascosto.

Un insider ha detto al Mail on Sunday: “Ci sono perplessità sul fatto che Harry abbia preso milioni dalla società che sta dietro a tutto questo.”

Molto probabilmente i reali non erano soddisfatti nemmeno delle precedenti serie della fortunata The Crown

Ricordiamo che nella seconda serie, il principe Filippo ha una relazione extra coniugale, mentre nella terza ignora la sua anziana madre, e la real family sostiene che entrambe le cose non siano vere. 

Nella quarta stagione, invece, Philip minaccia la principessa Diana quando vuole lasciare il principe Carlo. 

In questo, come in molte altre cose, gli inglesi hanno visto l’ennesimo riferimento a teorie cospirative non dimostrate sulla sua morte.

Serena Votano

Back to top button