Cultura

“The Mother” di Arthur Pita, il balletto classico che rende omaggio alle madri

Nella rubrica Passi di danza di questa settimana presentiamo The Mother, un balletto classico ispirato all’opera “Storia di una madre” di Hans Christian Andersen. Questa struggente fiaba del 1847 narra la storia di una madre, costretta ad assistere alla morte del proprio bambino.

The Mother, un balletto dedicato alle madri

In occasione della Festa della mamma non si può non parlare di una coreografia dedicata interamente alla figura delle madri. Si tratta del balletto “The Mother” coreografato interamente dal portoghese Arthur Pita, in collaborazione con la Queen Elizabeth Hall di Londra. La coreografia è stata rappresentata per la prima volta nel 2019.

Una storia struggente della danza

The Mother” è una produzione di danza molto struggente dalla durata di novanta minuti, in cui una donna viaggia verso l’ignoto, tentando in tutti i modi di salvare il suo bambino dalla Morte. La donna insegue costantemente le grida disperate di suo figlio, tentando di sottrarlo al suo destino crudele. In questo percorso la donna incontra la Morte, e altri crudeli personaggi come una Matryoshka senza volto che la costringe a ballare fino al collasso. Ma i personaggi che la allontanano da suo figlio sono molti altri. La donna incontra una figura oscura coperta da un velo che la ferisce con rovi spinosi, un traghettatore cieco che le cava gli occhi, e una drag queen che le taglia i capelli. Infine la madre incontra l’amante che l’ha abbandonata con un figlio da crescere da sola.

L’ambientazione

La scenografia realizzata da Yann Seabra riprende l’inquietudine della trama. Infatti tutto il balletto è ambientato in una casa in rovina simile a quelle russe degli anni ‘60. La scena si sposta dal letto, alla cucina e al bagno. Mentre le stanze si trasformano poi in giardini e laghi, la madre rimane intrappolata nel focolaio domestico.

The Mother, un balletto classico pieno di tecnicismi

“The Mother” è stato interpretato nel 2019 dalla talentosa ballerina Natalia Osipova, che si è esibita in giri frenetici, grand’ jete, e affondi di estrema tecnica ed energia. La Morte che tenta di rapire il figlio è stata invece interpretata dal ballerino contemporaneo Jonathan Goddard. Il balletto “The Mother” può essere interpretato in molteplici modi proprio per la sua ricchezza di metafore. Il suo significato principale sembra però quello di rendere omaggio alle madri, intrappolate nel loro ruolo verso la tutela dei propri figli.

Sonia Faselli



Pulsante per tornare all'inizio