Volley, Top e Flop della Serie A1 femminile

Con il 2020 oramai messo in naftalina, andiamo a vedere quali sono stati, nel campionato di Serie A1 femminile, tutti i top e flop della prima parte di campionato, tra conferme, delusioni e sorprese che hanno caratterizzato questa parte di stagione.

I Top e Flop della Serie A1 femminile

Da pochi giorni è terminato il “maledetto” 2020 e da poco è altresì terminato il girone di andata del campionato di Serie A1 femminile, quindi è tempo di fare i primi bilanci del primo scorcio di stagione, vedere quali sono stati i Top e Flop nella Regular Season rosa.

Le squadre Top

Quasi scontato partire tra i Top dalla Imoco Volley Conegliano, un percorso netto quelle delle atlete di coach Santarelli, 12 vittorie su altrettante partite disputate, una superiorità impressionante quella delle pantere nei confronti delle loro avversarie.

Guidate da quel genio in cabina di regia che risponde al nome della polacca Wolosz, Egonu e compagne non temono rivali crediamo, sia nei confini nazionali che all’estero, visto anche la scioltezza con la quale hanno giocato in Champions League.

Un’altra nota piacevole è stata la Delta Despar Trento, la neo promossa squadra trentina ha lasciato tutti a bocca aperta nelle prime gare del campionato, per poi perdere un po’ di smalto causato anche dalle positività al Covid, stabilendosi poi a metà classifica, ma mettendo in evidenza una meravigliosa Sofia D’Odorico.

Sofia D'Odorico
Photo Credit: Trentino Rosa Facebook Official Account

Continuando a parlare delle squadre, bello davvero finora il campionato della Reale Mutua Fenera Chieri, che occupa oramai da tempo la parte alta della classifica, gioca una buona pallavolo e si sta togliendo molte soddisfazioni: dirà la sua sicuramente fino alla fine.

I Top individuali

Tra le menzioni individuali, posto di rilievo per la centrale Imoco, l’azzurra Sarah Fahr, che ha saputo sostituire nel migliore dei modi l’infortunio della Folie e dare al proprio coach il difficile compito di dover fare delle scelte, ergendosi a muro invalicabile per le sue avversarie.

Bello e sfacciato l’impatto con il campionato per la palleggiatrice di Chieri, Francesca Bosio e se la sua squadra gioca una bella pallavolo ottenendo risultati, parte del merito è sicuramente della giovane milanese. Altre belle sorprese e/o conferme, sono quella della centrale di Cuneo, la Zakchaiou, il ritorno di Signorile, Orro, del libero di Perugia, Cecchetto, Egonu, Herbots, Piani, Stysiak.

Le squadre Flop

Tra i flop sicuramente la Unet E-Work Busto Arsizio, molte cose non sono andate nel verso giusto, molti cambiamenti e le tante positività al Covid, ne hanno pregiudicato il cammino, con il coach Fenoglio a farne le spese. Il terzultimo posto in classifica non è degno del blasone delle farfalle che hanno comunque nelle loro corde, la qualità e la forza per invertire il loro percorso.

Altro flop è quello di Perugia, squadra al secondo anno nella massima serie ma costruita per occupare posizioni diverse rispetto all’ultimo posto in classifica. Gli arrivi di Carcaces, Di Iulio, Ortolani, Havelkova e Aelbrecht dovevano far volare le umbre, invece dapprima Bovari e poi il subentrato coach azzurro Mazzanti, non sono riusciti finora a farle uscire dal guscio e ambire verso traguardi diversi.

I Flop individuali

Individualmente le opache prestazioni della Unet Busto Arsizio, ha trascinato al di sotto delle sue performances la Mingardi, mentre va a corrente alternata il forte opposto di Novara, la polacca Smarzek, che probabilmente paga il battesimo con il nuovo campionato.

A cura di Silvio Bagnara

Per le foto: https://www.facebook.com/imocovolley/photos/5161805900497040

https://www.facebook.com/TrentinoRosa/photos/3425081914265528

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA