Attualità

Trenord: venerdì 23 aprile sciopero per vaccini a ferrovieri

Trenord Srl è una joint venture costituita da Trenitalia e da FNM SpA per operare nel settore del trasporto ferroviario passeggeri della regione Lombardia. Il Sindacato Or.S.A. ha indetto una protesta atta “a rivendicare l’inserimento dei lavoratori dei trasporti, nelle categorie con priorità vaccinale“.

Trenord in sciopero, la protesta Or.S.A.

Il sindacato autonomo Or.Sa ha indetto uno sciopero nazionale per quella che definisce una categoria sostenuta nelle chiacchiere ed ignorata nei fatti. I dipendenti di Trenord incroceranno di nuovo le braccia dalle 9 alle 17 di venerdì prossimo 23 aprile per chiedere che tra le categorie prioritarie per la vaccinazione anti Covid siano inseriti i lavoratori dei trasporti. 

Per effetto della protesta Trenord prevede che la protesta possa causare limitazioni e cancellazioni ai treni regionali, suburbani ed al servizio Malpensa Express. Tuttavia come di solito accade durante gli scioperi dei trasporti, prima dell’inizio dello stesso, i treni in partenza entro le 9 e con arrivo alla destinazione finale previsto entro le 10 saranno operativi. Sono chiaramente previsti autobus sostitutivi, senza fermate intermedie, per le eventuali corse del Malpensa Express non effettuate tra Milano Cadorna, da via Paleocapa, e Malpensa Aeroporto. 

“Essenziali quando vi pare”, così si intitola il comunicato dello sciopero indetto da Or.S.A. che prosegue: “Lo sciopero del 23 aprile serve a rivendicare l’inserimento dei lavoratori dei trasporti, nelle categorie con priorità vaccinale. Molti di voi avranno capito che il protocollo del 6 aprile sulle vaccinazioni, non può essere risolutivo, se prima il Governo non indica delle priorità in maniera chiara. Chiediamo quindi uno sforzo per sostenere una vertenza di civiltà, nel rispetto anche di chiunque non voglia vaccinarsi (per cui non è previsto alcun obbligo), perché è assurdo che il personale dei trasporti sia relegato al suo ruolo essenziale, solo quando bisogna limitarne diritti e modalità di rivendicazione“.

Per quanto riguarda i vaccini, Trenord ha aderito “da subito” ai protocolli definiti per le aziende d’intesa con il Governo. Inoltre ha già avviato una campagna di adesione tra i lavoratori che, a detta dell’azienda, “ha visto un’ampia partecipazione“. Infine sono già stati definiti i protocolli per procedere con le somministrazioni.

Giacomo Cattani 

Back to top button