#tuesdaynight: Il punto sulla diciottesima giornata di Premier League

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

 

Il fine settimana di Premier League si è aperto venerdì sera con l’importante vittoria del Liverpool sul campo del Wolverhampton: nonostante un buon inizio dei padroni di casa, i Reds si portano in vantaggio con Salah dopo nemmeno 20′ e, a metà ripresa, trovano il raddoppio grazie ad un assist del marocchino e ad una dormita difensiva, consolidando così il primato in classifica.

Tutta la gioia di Obafemi dopo la rete del 3 a 1
(Credits to: footyshowhd.com)

Nel primo match del sabato vince e convince anche l’Arsenal che si impone sul Burnley per 3 a 1, trascinato dal solito Aubameyang, autore di una doppietta. Nelle partite delle 16:00 solidi successi anche per le squadre della costa sud dell’Inghilterra, Bournemouth e Southampton: le Cherries, ispirati da Brooks (2 gol per il talento inglese), vincono 2 a 0 contro un Brighton che ha chiuso la gara in 10 uomini, mentre i Saints hanno portato a casa 3 punti fondamentali in chiave salvezza contro l’Huddersfield, confermando quanto di buono fatto vedere la scorsa settimana.

Sempre nel pomeriggio, pareggio con zero reti e poche emozioni tra Newcastle e Fulham in una gara molto fisica e ricca di imprecisioni, mentre vince, in trasferta sul campo del West Ham, il Watford, che è sempre più dentro alla lotta per il sesto posto.

L’incredulità sul volto di Townsend dopo il fantastico gol messo a segno
(Credits to: en.rfi.fr)

Sconfitte interne pesantissime, invece, per Manchester City e Chelsea, con i primi che, dopo il vantaggio iniziale, subiscono 3 reti dal Crystal Palace in meno di 20 minuti, rendendo inutili gli sforzi nel finale e con i secondi che dominano il primo tempo senza segnare e dopo il gol del Leicester a inizio ripresa, rischiano anche un passivo più pesante senza rendersi più pericolosi. In serata, pioggia di gol in Galles tra Cardiff e Manchester United: i Red Devils, alla prima di Solksjaer in panchina non deludono e, guidati dai giovani (Soprattutto da Lingard che mette a referto 2 gol e un assist), annichiliscono i neopromossi e chiudono i 90 minuti sul 5 a 1.

La grande soddisfazione di Eriksen dopo la rete del 4 a 1
(Credits to: bbc.com)

Nell’unico match della Domenica, Everton surclassato in casa dal Tottenham che, nonostante l’iniziale vantaggio dei Toffees è più volenteroso e, arrivando prima su ogni palla vagante, fa 3 gol in 15 minuti, chiudendo il primo tempo in vantaggio, rientra galvanizzato andando di nuovo a segno e con Kane e Son che trovano la doppietta, rende poi anche inutile la rete avversaria che aveva accorciato le distanze.

 

                                                                   Marco Azolini