Coronavirus, la Grecia riapre a 29 paesi: esclusa l’Italia

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

La Grecia riapre a 29 paesi: tra questi non risulta l’Italia. L’elenco è stato compilato dopo aver esaminato i dati epidemiologici di ogni Stato

Turismo post Covid: la Grecia esclude l’Italia

I turisti italiani non potranno visitare la Grecia. La lista, compilata dal Ministero del Turismo, permette l’accesso sul territorio ellenico a 29 paesi, ma non all’Italia. “Il nostro fine è riuscire a dare accoglienza a qualunque turista abbia superato le sue paure. Monitoriamo da vicino la situazione. Ci saranno protocolli sanitari rigidi che proteggeranno turisti e operatori delle località che li ospiteranno”, ha dichiarato il ministro Harry Theoharis.

La lista è stata compilata dopo aver esaminato i dati epidemiologici dei vari Paesi. I visitatori provenienti da questi 29 Stati, verranno sottoposti a test a campione. La nazionalità del turista non ha importanza, conterà solamente il luogo di partenza. Tuttavia, per i paesi non presenti nella lista, resterà il divieto di recarsi in Grecia. L’elenco verrà comunque aggiornato ed ampliato ad inizio luglio.

La Grecia ha imposto il lockdown sin dall’inizio riuscendo a limitarne gli effetti. Il Paese ha registrato poco meno di 3mila casi di Coronavirus. La maggior parte delle isole elleniche sono Covid-free.

I malumori italiani

Le aperture “differenziate” hanno causato polemiche in Italia. Il presidente del Veneto Luca Zaia è duro con il ministero degli Esteri. “L’Italia non può passare come un lebbrosario” – tuona il governatore – “Le nazioni vicine all’Italia mettono in discussione la qualità della sanità che eroghiamo”.

Anche la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, contesta la decisione: “I corridoi turistici europei sono inaccettabili. Gli accordi bilaterali tra Germania ed altri Stati europei tagliano fuori l’Italia. Rischia di essere il colpo di grazia per il nostro turismo”.

Uno spiraglio di apertura arriva dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz. “La situazione in Italia è quella più difficile. Cercheremo a breve una soluzione. I dettagli non saranno presentati prima di mercoledì”.

Seguiteci su Metropolitan Magazine Attualità

Andrea Caucci Molara