Musica

Un team, cinque artisti, un capitano: tutti pazzi per Fantasanremo!

A pochi giorni dalla 72esima edizione del Festival di Sanremo, cresce la febbre del Fantasanremo, il gioco online che sta facendo impazzire il web. Ispirato al Fantacalcio, nasce nel 2019 da un gruppo di amici marchigiani appassionati della kermesse canora, che ha costituito una “Giuria Microscopica”.

Tale gruppo ha seguito con grande attenzione le esibizioni, giudicando le performance che si sono susseguite sul palco, divertendosi. L’anno successivo i ragazzi hanno fondato la Federazione Italiana Fantasanremo, costituendone il regolamento: tramite passaparola una cinquantina di fantallenatori con le loro squadre si apprestavano a disputare il torneo radunandosi nel Bar Corva da Papalina. Con l’avvento della pandemia nel 2021 il Fantasanremo approda sul web, dove il sito ufficiale è lanciato dalla trasmissione Propaganda Live, che lo propone nella speciale socialtopten.

Il successo del Fantasanremo

Il gioco cattura l’interesse di personaggi del web come estetistacinica e dariohead ed arriva alle orecchie degli artisti in gara. Fedez (lo scorso anno con Francesca Michielin) ne ha parlato sulle Ig Stories a poche ore dall’inizio del Festival: è un boom inaspettato con un torneo che conta 50mila squadre. Durante la kermesse Random, Lo Stato Sociale, Colapesce e Dimartino nominano sul palco del Teatro Ariston il Fantasanremo.

Lo scorso maggio, con l’avvento dell’Eurovision, la Federazione Fantasanremo ha lanciato il primo torneo virtuale dedicato allo show europeo, il FantaEurovision con il quale sono stati coinvolti gli artisti di Germania, Islanda e San Marino che hanno pronunciato le parole Fantasanremo e Fantaeurovision durante le loro esibizioni. I riflettori adesso sono puntati sul FantaSanremo 2022, che ha aperto le iscrizioni il 31 dicembre 2021 ed in un mese ha raggiunto le 100mila squadre presenti sul sito, tra le quali figurano anche quelle di alcuni dei protagonisti del prossimo Festival.

Come si gioca a Fantasanremo?

C’è tempo fino alle 23:59 del 31 gennaio per partecipare al torneo che sta facendo impazzire il web, in pochi semplici passaggi da seguire sul sito fantasanremo.com. I cantanti sono stati valutati attraverso le Fantaquotazioni proprio come i calciatori per il Fantacalcio: gli euro sono sostituiti da Baudi, valuta del Fantasanremo in onore del tredici volte conduttore del Festival Pippo Baudo. Ogni fantallenatore ha a disposizione 100 Baudi per comporre la sua squadra, che deve avere cinque artisti dei quali uno sarà eletto a capitano. Insieme alla classifica redatta dalle giurie ufficiali sanremesi, La FIF (Federazione Italiana Fantasanremo, ndr) ha pensato a Bonus e Malus che metteranno pepe alla serata andranno ad integrare e potrebbero ribaltare la graduatoria.

Tra i Bonus volti all’aggiunta di punti già diramati dalle classifiche ufficiali : Dirige l’orchestra il Maestro Beppe Vessicchio (bonus assegnato all’artista la prima volta che, durante la sua esibizione, l’orchestra verrà diretta dal Maestro Beppe Vessicchio), l’artista si esibisce con l’ombelico scoperto, l’artista indossa maschere, l’artista scende in platea. Ed ancora i goliardici bonus Tamberi aggiudicato qualora l’artista saltasse più di 2,37 (risultato olimpico di Gianmarco Tamberi,ndr), l’artista esegue flessioni sul palco, l’artista bacia la telecamera.

I Malus andranno ad abbassare la posizione della squadra in graduatoria: Il presentatore sbaglia il titolo della canzone, artista scalzo, il cantante dimentica le parole del testo, Artista rompe strumenti volontariamente sul palco durante o post esibizione. Non vi resta che armarvi di calcolatrice, carta e penna e creare la vostra squadra! Sempre sul portale è inoltre possibile creare le “Leghe private” tornei nei quali è possibile sfidarsi con amici o aggiungersi a quelle che in questi giorni stanno lanciando personaggi come estetista cinica o Diego Passoni.

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button