ViaggiAmo

Un viaggio in Transilvania, alla scoperta della terra dei vampiri

Nell’immaginario collettivo questa terra è, da sempre, accostata al mito dei vampiri ed in particolare alla figura del conte Dracula, resa celebre da un romanzo di fine ‘800 di Bram Stoker. Un paesaggio certamente suggestivo, immerso nella natura. Ai piedi dei monti Carpazi tra cime, grotte, città medievali, castelli romanzeschi.
Ed è proprio per questa sua peculiarità che la Transilvania, ogni anno, vede un flusso enorme di turisti che, da tutto il mondo, si recano sul luogo per seguire le tracce del conte Vlad. Un percorso a metà tra storia e fiaba, immaginifico, che in patria sono stati bravi a cavalcare generando un indotto evidente.
Oggi anche in Italia si organizzano tantissimi viaggi alla scoperta di quelli che sono considerati i luoghi simbolo del mito del conte Dracula. Quali sono i luoghi maggiormente battuti di questa regione così densa di fascino e magia?

Viaggio in Transilvania sulle more del conte Dracula

Una della città più interessanti del paese, nonché meta dalla quale partire, anche a livello di aeroporto, se si vuole effettuare un tour della Transilvania, è Cluj-Napoca. Città ricca di storia e dal fascino innegabile, sorge in una posizione geografica particolarmente felice, tra numerosi rilievi e immersa nella natura.
Ovviamente si respira ovunque uno spirito medievale arricchito da edifici barocchi, gotici, neoclassici, che contribuiscono a creare quell’atmosfera magica, da fiaba, alimentando la leggenda del conte Vlad che da queste parti visse proprio durante il Medioevo. Girando per il luogo è possibile visionare diversi castelli oltre che edifici che rimandano proprio alla leggenda del sanguinario vampiro.

Luoghi principali da visitare in Transilvania

E sono tantissimi i castelli sparsi in tutta la Transilvania, ognuno viene presentato come il castello del conte Dracula, quando nella realtà il vero edificio appartenuto a Vlad si trova a Bran, punto strategico nel cuore della Romania ai piedi dei monti Carpazi e che nel pieno medioevo rappresentava una barriera i tentativi di ingresso dei nemici.
Il castello fu dimora di Vlad III, il tiranno vissuto nel XV secolo e noto per la sua fama di ‘impalatore’ che si guadagnò combattendo gli Ottomani. Ovviamente una storia a metà tra realtà e leggenda, che vede proprio nella città di Bran e nella cornice dei Carpazi lo scenario ideale per l’ambientazione, tra tanti boschi scuri e villaggi rurali. Una leggenda che vive ancora oggi e che porta ogni anno tantissimi curiosi, anche dall’Italia, a scegliere di effettuare un viaggio in Transilvania.

Back to top button