Food

Una cioccolata calda per scaldarsi durante l’inverno: ecco alcune varianti

La cioccolata calda è una delle bevande che si predilige durante l’inverno per il dolce sapore e la sua capacità di riscaldare le gelide serate invernali.

Alcune varianti di cioccolata calda

Cioccolata calda photo credits pixaby
Cioccolata calda

La ricetta della cioccolata calda è molto semplice e veloce da preparare. Tuttavia si possono provare una serie di varianti per rendere il sapore del cioccolato ancora più gustoso. Alcune di queste prevedono l’aggiunta di semplici ingredienti, che possono dare diverse consistenze alla nostra bevanda calda in tazza.
Innanzitutto occorre scegliere la base della cioccolata calda, scegliendo il tipo di cioccolato (fondente, bianco, al latte) da unire al latte fresco e ad un addensante a scelta come farina di riso o amido di mais. A questo punto è preferibile aggiungere cacao amaro in polvere e una piccola parte di zucchero. Una volta preparata la base si passa all’aggiunta di diversi ingredienti come frutta secca o spezie. Per quanto riguarda la frutta secca, il sapore di pinoli, nocciole, mandorle, e pistacchi si adatta molto bene al dolce sapore della cioccolata. Per ottenere la giusta densità della bevanda occorre tritare la frutta secca e mescolarla nella tazza.

Le spezie sono un ottimo ingrediente per insaporire una buona cioccolata calda. La cannella rende ancora più dolce una bevanda già zuccherata, mentre lo zenzero e il peperoncino aggiungono un aroma amaro alla dolce bevanda. Per far sì che questi ingredienti si addensino bene nella cioccolata, occorre utilizzare le spezie in polvere. Invece per ottenere un aroma fresco e gradevole e sufficiente aggiungere la buccia grattugiata di un’arancia, un limone o un lime. Per gli amanti dei dolci o per i più piccoli, si può preparare una cioccolata gustosa e colorata aggiungendo piccoli marshmallow e smarties, che servono da guarnizione per la bevanda. Per questo motivo devono essere aggiunte solo quando la cioccolata è stata versata nella tazza.

Sonia Faseli

Segui su Google News

Back to top button