Cultura

Epifania, tutte le tradizioni nel mondo

La visita dei re Magi a Gesù

L’Epifania è una festività cristiana con la rivelazione di Dio come Gesù Cristo. Si ricorda soprattutto l’avvenimento della visita dei re Magi a Gesù. Diverse sono le tradizioni nel mondo come la benedizione del gesso e della casa e la famosa torta dei re Magi. Storicamente con il finire delle feste e quindi con l’Epifania si rimuovono le decorazioni natalizie. Andiamo ad analizzare le varie usanze e come si festeggia nel mondo.

L’Epifania nel mondo: la tradizione in Spagna e Francia

L'epifania nel mondo
La visita dei re Magi a Gesù

La tradizione di festeggiare il 6 Gennaio facendo regali ai nostri cari e soprattutto ai più piccoli ricorda i Re Magi e il loro incontro con Gesù a cui portarono i loro doni. In Spagna i bambini non aspettano la Befana ma i re Magi che portino i regali. La notte precedente infatti è usanza mettere davanti alla porta di casa dei bicchieri d’acqua per i cammelli assetati dei re Magi e anche qualcosa da mangiare per rifocillarsi. Il giorno successivo viene celebrato il vero e proprio corteo dei re Magi che sfilano per le varie vie della città su carri adeguatamente addobbati. A Madrid si mangia un dolce a forma di anello con all’interno una statuetta del re. È tradizione che chi trova la statuetta per primo può indossare la corona ma chi la trova per secondo dovrà pagare la torta. Il dolce ripieno di marzapane si chiama Roscòn.

In Francia il giorno dell’Epifania è tradizione preparare una torta chiamata gallette the Rois, fatta di pasta di mandorle e zucchero, all’interno della quale viene messa una fava. Chi trova la fava per primo diventa il re o la regina della festa. La tradizione della galletta di riso deriva dai parrocchiani del Medioevo che nel giorno dell’Epifania facevano una grande raccolta per la chiesa e ricevevano una galletta da dividere tra loro. Da lì in poi ogni famiglia prepara una torta da dividere e la prima fetta è normalmente riservata ai poveri che si recano nelle case e bussano alla porta chiamata “fetta del buon Dio”.

I festeggiamenti in Germania e Islanda

In Germania l’Epifania è il giorno dell’arrivo dei re Magi. I preti e i chirichetti vanno nelle abitazioni per chiedere offerte o donazioni e per intonare qualche canzone sacra. È usanza recarsi in chiesa ma non è giorno festivo. Le scuole sono aperte e si lavora. I bambini per tradizione scrivono sulla porta di casa la sigla CMB ad indicare “Cristo ha  protetto questa casa”.

In Islanda il 6 Gennaio è chiamato il tredicesimo giorno. Da Natale a questa data passano 13 giorni. Dall’11 Dicembre infatti al 25 arrivano 13 Babbo Natale, uno ogni giorno. Da Natale in poi se ne andranno uno al giorno. Il giorno dell’Epifania lascia la città l’ultimo Babbo Natale e finiscono così le festività natalizie. La Befana si festeggia con una grande fiaccolata di cui fanno parte l’ultimo Babbo Natale, il re e la regina degli elfi. I festeggiamenti terminano con dei gran fuochi d’artificio. Si festeggia anche qui l’arrivo dei re Magi e i bambini passano casa per casa a raccontare storielle.

La tradizione in Russia e in Ungheria

In Russia il giorno dell’Epifania corrisponde al Natale ortodosso. Durante questa festa i bambini aspettano di ricevere i regali portati da Padre Gelo accompagnato da Babushka una simpatica vecchietta. La notte tra il 18 e il 19 Gennaio infatti la chiesa ortodossa celebra l’Epifania, 13 giorni dopo quella cattolica. Durante questa notte di festeggiamento è usanza immergersi dentro vasche di acqua gelida posizionate in chiese o cappelle o lungo fiumi che però siano stati benedetti prima da un sacerdote. Questo rituale ricorda così il battesimo di Gesù. Questa acqua viene spesso portata a casa in quanto benedetta e si ritiene abbia potere di protezione.

In Ungheria nel giorno della Befana è usanza che i bambini si travestano da re Magi e che passino di casa in casa per raccontare qualche lieta novella e ricevere in cambio qualche soldino. In Ungheria il messaggio dell’Epifania è quello di ritrovare la purezza. Ci si reca così al Danubio per benedirne le acque. È infatti tradizione il suggestivo rito della benedizione del fiume.

La Befana in Italia vien di notte

Il 6 Gennaio in Italia si festeggia l’Epifania con l’arrivo della Befana, il rito della calza da appendere e da riempire con dolci e doni. Festeggiamo anche noi l’arrivo dei re Magi a Betlemme, origine legata alla religione cristiana. L’origine della leggenda legata alla Befana ci narra invece che nel viaggio verso Betlemme Gaspare, Melchiorre e Baldassarre chiesero delle informazioni ad una vecchietta. I tre invitarono la vecchina a viaggiare con loro ma lei da subito si rifiutò. Tornata a casa però la Befana era pentita e si mise in cerca dei tre e del bambino Gesù bussando di porta in porta e regalando dolcetti ai bambini che incontrava.

Seguici su Google News

Back to top button