Basket

Verso il Draft: Isaac Okoro

Verso il Draft torna con il quarto appuntamento in vista del Draft NBA, in programma il prossimo 16 ottobre. Dopo aver parlato dei tre prospetti più interessanti (Anthony Edwards, LaMelo Ball e James Wiseman) oggi il nostro focus si concentrerà su Isaac Okoro.

Isaac Okoro prima del Draft

Isaac Okoro. Photo by Associated Press

Isaac Okoro nasce ad Atlanta il 26 gennaio 2001. Si appassiona alla pallacanestro fin dalla tenera età, e negli anni scolastici gioca nella McEachern High School a Powder Springs, sempre in Georgia. Nella sua prima stagione, quella da freshman, ha messo a referto 15 punti e 8 rimbalzi di media a partita, aiutando la sua squadra a vincere il titolo regionale e raggiungendo i quarti di finale contro la Georgia High School Association. Nel suo secondo anni invece, quello da sophomore, Okoro ha raggiunto i 22.5 punti a partita, guidando la sua squadra nel campionato regionale. Nella stagione junior, l’ultima dell’high school, Okoro ha messo a referto 20.3 punti e 6.4 rimbalzi di media a gara.

Dopo tre ottimi anni di high school Isaac Okoro si sposta in Alabama per frequentare la Auburn University, per giocare con la maglia dei Tigers. Nel suo unico anno universitario Okoro si mette in mostra su entrambi i lati del campo. In stagione gioca 28 partite, concludendo con una media di 12.9 punti, 4.4 rimbalzi e 2 assist a partita.

I punti di forza

Isaac Okoro. Photo by Getty Images

Isaac Okoro calza a pennello come prototipo dell’ala piccola NBA, grazie ai suoi 198 centimetri d’altezza per 102 chilogrammi di peso: possiede infatti forza e atletismo. Usa la sua stazza bene per il suo stile di gioco. Okoro infatti è un ottimo realizzatore vicino al ferro, e riesce a segnare anche con il contatto, con entrambe le mani.

E’ un giocatore spettacolare, capace di realizzare highlights grazie alla sua esplosività e alla sua forza. Okoro è un giocatore molto determinato, soprattutto per essere un futuro rookie nella NBA. E’ molto veloce con la palla in mano, mostra buon controllo di palla e possiede un ottimo primo passo sul palleggio, che per la NBA può essere una caratteristica molto interessante.

Isaac Okoro possiede un QI cestistico parecchio elevato, infatti sfrutta spesso e volentieri i suoi punti di forza, e raramente prende scelte rischiose. Si muove bene senza palla, cerca il taglio per realizzare punti facili sul lato debole. A soli 19 anni è già un difensore molto promettente, grazie ai suoi fondamentali e a suoi piedi reattivi. Aiuta infatti molto bene sul blocco, e ruota con ottimo tempismo per andare a prendersi uno sfondamento. Ad Auburn ha dimostrato di essere capace di difendere sulle ali e poi di cambiare per marcare anche altri ruoli. Contiene molto bene la penetrazione in palleggio, anche contro giocatori più veloci e atletici.

Il nativo di Atlanta non è un giocatore egoista, anzi è un giocatore molto solido. Il tipo di giocatore che sa gestire il suo ruolo lavorando duro, e con la mentalità vincente che può aiutare nella NBA.

I punti deboli

Isaac Okoro. Photo by Associated Press

Isaac Okoro è però ancora un cantiere aperto, soprattutto per quanto riguarda il suo arsenale offensivo. E’ più efficace vicino al ferro, ma se si allontana i suoi limiti vengono a galla: in stagione ha infatti tirato con il 28% da tre punti. Mentre il suo tocco è buono, la sua meccanica è inconsistente, e soffre infatti la difesa forte sui suoi tiri.

Il suo gioco dalla media distanza è ancora tutto da sviluppare, e infatti diventa inefficace quando gli spazi verso il ferro sono chiusi. Spesso non tira anche quando ha parecchio spazio, rifiutando tiri o provando la penetrazione con tiri con basse percentuali di realizzazione. Inoltre fa fatica anche ai tiri liberi, dove ha tirato con il 67% nella stagione ad Auburn.

Okoro non possiede molta creatività in isolamento: è più un penetratore, infatti quando palleggia perde di efficacia e molto spesso finisce per perdere palla. Spesso gli viene rubata palla quando prova movimenti in isolamento. Può migliorare la sua abilità di stoppatore e di ruba palloni.

Isaac Okoro nel Mock Draft

Isaac Okoro non è sicuramente uno dei prospetti che può impensierire le prime cinque scelte, ma può fare comodo e può essere una possibile “Steal of the Draft”. Infatti Okoro nei Mock Draft è dato tra la decima e la dodicesima posizione, quindi verso la fine della Lottery. Ma viste le sue abilità atletiche potrà sicuramente guadagnare una o due posizioni, nonostante la concorrenza molto agguerrita.

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Il Basket di Metropolitan

Back to top button