Calcio

Vicenza, il sogno Serie B sempre più concreto

L’assemblea di Lega Pro di Aprile ha manifestato la volontà, da parte della maggioranza dei Presidenti, di interrompere definitivamente il campionato. Motivazioni da ricercare non solo nel rischio contagio dei propri tesserati, ma anche nella difficoltà economica che vive oggi la Lega Pro. La proposta del consiglio di Lega Pro, sarebbe quella di una promozione diretta delle squadre al comando dei gironi al momento dell’interruzione; Monza Vicenza e Reggina sarebbero in B, mentre la quarta promossa uscirebbe dalla disputa di un playoff. Per la squadra di mister Di Carlo, sarebbe dunque il coronamento di un campionato dove è stata protagonista fin dalle prime gare.

I dubbi sulla proposta del Consiglio di Lega Pro

Il 4 Maggio si deciderà in merito alla proposta presentata dal Consiglio di Lega, che però sta facendo già discutere molto, raccogliendo opinioni contrastanti. Più club si sono detti, infatti, contrari alla proposta di promuovere in modo diretto in Serie B le squadre prime nei rispettivi gironi. Il Presidente del Bari, Luigi De Laurentiis, si è detto pronto a ricorrere in Tribunale qualora tale proposta dovesse concretizzarsi.

Il Presidente della Serie B, Mauro Balata, ha giudicato negativamente le modalità di promozione riportate nella proposta, oltre alla volontà di non tornare a giocare. Bisogna però considerare che i ricavi della Serie C sono ben inferiori a quelli di A e B; una prosecuzione della stagione a porte chiuse sarebbe solo un danno economico per i club, con i ricavi ridotti a zero.

Ci sono poi situazioni come quelle di Vicenza, Monza e Reggina che stavano conquistando la promozione sul campo e che risultano danneggiate dall’interruzione del campionato. L’aspettativa per queste squadre è quella, in una eventuale non ripresa della stagione, di vedersi riconosciuta la promozione nel campionato cadetto. Si attenderà ora la posizione del Presidente della FIGC Gravina, ma la sensazione è che le tempistiche di assegnazione delle promozioni saranno piuttosto lunghe.

Stefano Rosso: “La promozione in B del L.R. Vicenza non è scontata”

Il Presidente del Lanerossi Vicenza, Stefano Rosso, è intervenuto riguardo l’ipotesi di una promozione diretta della propria squadra in Serie B, ritenendola non così scontata. Secondo Rosso, la miglior condizione sarebbe stata quella di ottenere la promozione sul campo, ma purtroppo ci sono difficoltà oggettive nella ripresa del campionato, soprattutto sotto l’aspetto della salute di calciatori e staff a rischio contagio.

Il Presidente Rosso ha deciso di accettare la proposta del Consiglio di Lega Pro, per tutelare la salute dei propri tesserati, senza addentrarsi nell’aspetto economico. Anche la compagine vicentina però registrerebbe una perdita considerevole negli incassi, con una prosecuzione a porte chiuse. Stefano Rosso prima di pronunciarsi in merito alla promozione attende, dunque, la ratifica da parte del Consiglio Federale della FIGC.

Vicenza pronto anche al ritorno in campo

Se la Serie B non dovesse arrivare dalla sospensione definitiva del campionato, il Vicenza è pronto a conquistarla sul campo; convinzione e consapevolezza della propria forza, nonché il comando nel girone, lasciano presagire che la squadra possa comunque raggiungere la promozione.

Il Presidente della Lega Pro, Ghirelli, si è detto disposto ad adeguarsi ad un’eventuale decisione della FIGC di terminare i campionati; rimanendo allo stesso tempo conscio dell’attuale rischio economico che si sta vivendo in Serie C. Proseguire il campionato anche in estate obbliga le squadre a gestire più fattori; in primis condizione fisica e mentale dei calciatori. Mister Di Carlo e il suo staff si stanno preparando anche a questa ipotesi, c’è da difendere un primato in classifica raggiungendo l’obiettivo della promozione; é sicuramente un’attesa snervante, ma in questa stagione senza precedenti, per raggiungere i propri obiettivi bisogna davvero essere pronti a tutto.

Seguici su

Twitter

Instagram

Facebook

Back to top button