Metropolitan Today

William Burt: il 23 luglio 1829 brevettava la prima macchina da scrivere

William Austin Burt, noto scienziato ed imprenditore americano, ha reso il 23 Luglio 1829 un date globale brevettando la prima macchina da scrivere. Una semplice scatola in legno, capace di dar vita ad uno dei più potenti linguaggi globali: la scrittura, sotto la prima dicitura di “tipografia”.

William Burt: Il Tipografo USA n. 5581X

William Burt: Il Tipografo USA n. 5581X
William Burt: Il Tipografo USA n. 5581X

Rilasciato dal presidente in carica Andrew Jackson, il 23 Luglio 1829 viene rilasciato negli Stati Uniti il brevetto USA n. 5581X con il quale William Burt brevettò la prima macchina da scrivere, dando inizio ad una serie di invenzioni successive raccolte sotto la dicitura “tipografia”, utilizzata per definire tutte le macchine “scrittura di tipo” (ovvero quelle che utilizzavano lettere di carattere tipografico). L’idea del dispositivo di scrittura nacque nella mente dello scienziato nei primi anni 20 dell’Ottocento, quando osservando un impiegato d’ufficio stremato nel realizzare infiniti documenti di ufficio a mano. Era necessaria una macchina che potesse agevolarlo, e così costruì il primo prototipo. Si trattava di una scatola rettangolare in legno (12 x 12 x 18), che funzionava grazie ad una leva rotante capace di far entrare in contatto le lettere incise e pregne di inchiostro con la carta.

USA n. 5581X: Da Tipografo a Macchina da scrivere

Sebbene già inventata in Italia da Turri, l’invenzione di Burt fu la prima a garantire allo scienziato un esclusiva per il 14 anni successivi affermandosi, come definito dall’Ufficio brevetti degli Stati Uniti “l’effettiva costruzione di una macchina da scrivere per la prima volta in qualsiasi paese“. Tutte le macchine successive a quella di Burt vennero definite “tipografo” fino al 1874, quando la Typewriter Company iniziò a pubblicizzare lo strumento sotto la nomenclatura di “macchina da scrivere”. Divenne molto noto tra il pubblico dei primi anni venti del Novecento, tanto che anche il tipografo di William Burt venne travolto da tale luogo comune.

Da Tipografo a Macchina da scrivere
Da Tipografo a Macchina da scrivere

Sono passati oltre due secoli dall’invenzione USA n. 5581X , il mondo della dattilografia si è evoluto fino alle query, ma una cosa non è cambiata: il potere comunicativo della scrittura, che oggi seppur con una nuova invenzione ci permette di ricordare l’imprenditore scienziato pioniere.

Marta Olivieri

Seguici su: Google News

Back to top button