Willie Anderson, ex capitano della nazionale irlandese si ritira dalla carriera da allenatore dell’Ulster. Famoso per aver marciato contro gli All Blacks nel momento dell’haka durante un test match con l’Irlanda

Willie Anderson si ritira: l’annuncio arriva dall’Ulster

Willie Anderson, ex giocatore della nazionale irlandese con la quale ha collezionato 27 presenze tra il 1984 e il 1990, si ritira dal rugby. A comunicarlo è l’Ulster, club dell’omonima provincia irlandese nella quale lavorava come tecnico dell’accademia del club.

A lui va il merito di aver portato molti giovani in prima squadra e aver fatto conoscere al mondo del rugby giocatori di talento al rugby internazionale.

Uomo dedito al rugby, prima da giocatore e poi da allenatore, ha iniziato la sua carriera nell’accademia dell’Ulster, sua provincia natale, nel 2016. Prima ha avuto altre importanti esperienze sulle panchine di Leinster e della nazionale della Scozia, entrami i ruoli come vice allenatore sotto la guida di Matt Williams.

Le parole di ringraziamento del CEO dell’Ulster Jonny Petrie:

“È senza dubbio che l’eredità e l’influenza di Willie si faranno sentire per molti anni a venire all’Ulster. Nel corso degli anni ha dato un contributo incommensurabile al rugby sia come giocatore che come allenatore – e posso dirlo come qualcuno che ha beneficiato in prima persona delle sue eccezionali capacità di allenatore.

Willie Anderson All Blacks
Willie Anderson, luono che ha sfidato gli All Blacks – credit: Getty Images

L’uomo che ha sfidato gli All Blacks

Willie Anderson è stata una delle persone che sicuramente sono state legate molto di più al rugby negli ultimi quaranta anni. Eppure per molti è ricordato per i suoi gesti dentro e fuori dal campo. Sopratutto per quando ha sfidato gli All Blacks durante l’Haka.

Era il 1989 a Lansdowne Road l’Irlanda sfida i campioni del Mondo in carica degli All Blacks. Prima della partita, come solito gli ospiti si apprestano ad eseguire l’Haka, la famosa danza della guerra per la quale sono conosciuti in tutto il mondo. Danza diventata un rituale che sfoggiano prima di ogni gara.

Proprio in quel momento la squadra irlandese, capitanata da Willie Anderson sfida il solito rituale degli All Blacks, marciando contro di loro, fino quasi a dichiarare guerra. Una sorta di insurrezione per i giocatori irlandesi contro la danza dell’haka e contro i più forti del Mondo.

Un gesto che è rimasto nella storia della palla ovale e per tutti gli appassionati sportivi.

L’Irlanda sfida gli All Blacks durante l’Haka – credit: canale youtube docathail

“Ho sempre detto che abbiamo vinto la danza, ma abbiamo perso la partita”. avrebbe detto Anderson anni dopo, sulle pagine dell’Irish Times.

Un gesto che ha fatto la storia e che sarà ricordato per sempre. Lascia cosi il rugby uno dei personaggi più irriverenti della palla ovale.

Continua a seguire il rugby sulle pagine di Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA