Capigliatura alla Telespalla bob, carnagione color del cappuccino, e lo sguardo di chi vuole arrivare lontano sotto quella folta criniera di ricci, ma, più di tutto, due piedi magici, che hanno già fatto scattare i paragoni con i più grandi del calcio mondiale. Xavi Simons riporta appena 17 anni sulla sua carta di identità, eppure è ormai a tutti gli effetti considerato una futura stella di questo sport, grazie ad un talento davvero straordinario.

Xavi Simons
Xavi Simons (fonte: worldfootballscouting.com)

Chi è Xavi Simons?

Xavi Simons è un calciatore olandese, di origini surinamesi, di ruolo centrocampista, classe 2003. Non è un mistero che il suo nome venga associato a quello del leggendario campione blaugrana. Xavi Hernandez è infatti stato l’idolo indiscusso del padre, Regilio Simons, ex attaccante ed allenatore delle giovanili dell’Ajax, che in suo onore ha deciso di chiamare così il proprio figlio. Ed anche il piccolo Xavi cresce nella Masia, la famosa cantera del Barcellona, che se lo accaparra quando ha soltanto 7 anni. Qui il ragazzino dimostra sempre più di saperci fare col pallone, rivelando qualità eccezionali, tra cui una tecnica sopraffina, una visione di gioco pazzesca e un dribbling formidabile. Abile nello stretto, rapido e preciso nel ragionamento e nell’esecuzione, Xavi Simons è anche una vera e propria decisiva macchina da assist. Un giocatore impressionante, dotato, inoltre, di una strepitosa personalità da leader.

Xavi Simons
Xavi Simons al Barcellona (fonte: lanotiziasportiva.com)

Dal Barcellona al PSG

E i video delle sue entusiasmanti prestazioni iniziano a girare sul web, attirando così negli anni l’attenzione di moltissimi club europei. È infatti questione di poco tempo, perché, nell’estate del 2019, arriva la clamorosa offerta da parte del Paris Saint Germain, che per la giovane promessa mette sul piatto uno stipendio annuo (fino al 2022) di 600.000 euro per ottenere il suo cartellino. Difficile voltare le spalle ad una simile cifra, soprattutto a quella età. Xavi firma così il suo primo contratto professionistico con la compagine francese, rifiutando i 200.000 euro che gli erano invece stati proposti dal Barcellona, il tutto sotto l’attenta regia del suo procuratore Mino Raiola.

Xavi Simons
Xavi Simons al PSG (fonte: senegal7.com)

Un durissimo colpo da digerire per i Catalani, rimasti al tempo totalmente spiazzati nel vedersi soffiare il proprio golden boy da una diretta concorrente come il PSG. Anche perchè tra le due società, si sa, non è mai corso buon sangue, soprattutto per gli affari di mercato.

La lettera di addio al Barcellona

Nonostante una situazione abbastanza tesa, Xavi ha comunque voluto lasciare una lettera di commiato, colma di parole affettuose per la sua ex squadra, che ha poi condiviso sui suoi profili Social, esprimendo così il suo addio ad una realtà a cui probabilmente resterà per sempre legato.

“Oggi è un giorno molto complicato per me, perchè a nessuno piace salutare. E men che meno quando devi dire addio alla tua casa, alla tua famiglia e alla vita a cui sei abituato. Non dimenticherà mai la prima volta in cui ho indossato la maglia del Barça a nove anni…”

Xavi Simons
Xavi Simons (fonte:free-press.it)

Un gesto quantomeno lodevole e sincero, ma, alla fine dei conti, forse, è stato ancora una volta il valore a prevalere sui valori, il Dio denaro ad avere la meglio ed a strappare ai tifosi spagnoli quella speranza di vedere un domani un nuovo Iniesta calcare il verde manto del Camp Nou.

Tartaglione Marco

LEGGI TUTTI I MIEI ARTICOLI

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA