Cultura

Fuori “Yo te cielo”, la canzone dedicata a Frida Kahlo

Fuori Yo te cielo (Cancion para Frida), la colonna sonora di Frida – Viva la Vida, dedicato alla celebre Frida Kahlo. È il compositore, Remo Anzovino, a pubblicarla come anteprima del cofanetto celebrativo di 5 cd di tutte le sue ultime fatiche cinematografiche.

Frida Kahlo, Viva la Vida, creditphoto: amazon.ue
Frida Kahlo, Viva la Vida, creditphoto: amazon.ue

Reduce dalla sua prima grandiosa tournée americana che lo ha visto esibirsi nelle più grandi città statunitensi, da Washington a Chicago, per concludere nel mitico The Cutting Room di New York, Remo Anzovino pubblica il suo nuovo straordinario lavoro: la colonna sonora del docu-film Frida – Viva la Vida.

La pellicola, dedicata all’icona novecentesca Frida Kahlo, è impreziosita da una musica contenente un mix di grandiosi temi orchestrali e musiche elettroniche e trova la sua ciliegina sulla torta in Yo te cielo (Cancion Para Frida).

Frida Kahlo, creditphoto: arte.it
Frida Kahlo, creditphoto: arte.it

Prodotto da Ballandi Arts e Nexo Digital, con la direzione di Giovanni Trollo, il film racconta la vita del simbolo di femminilità novecentesca, lontana da ogni clichè: una vera e propria immagine di una donna e artista che da sempre rappresenta l’originalità e la peculiarità.

Una vera sfida porre tutto in musica per Remo Anzovino che, oltre alla composizione musicale, si è occupato anche dei versi, rigorosamente scritti in spagnolo.

Frida - Viva la vida

Il brano è costruito attorno ad un frammento di una lettera che Frida aveva scritto al poeta messicano Carlos Pellicar.

“Yo te cielo, asì mis alas se extiènden enormes para amarte sin medida (Io ti cielo, così che le mie ali diventino enormi per amarti senza misura)”

Frida - Viva la Vida, creditphoto: movieconnection.it
Frida – Viva la Vida, creditphoto: movieconnection.it

Basta chiudere gli occhi e farsi coinvolgere dalle note malinconiche e struggenti del brano.

Farsi rapire da quella passione e nostalgia sprigionata dall’immagine di Frida che saluta la vita dipingendo il suo ultimo quadro.

“La canzone che chiude il film sulla scena del funerale di Frida Kahlo è nata casualmente in studio, durante le registrazioni dello score”.

Queste le parole del compositore del brano Remo Anzovino, che continua:

“In una pausa, ero al piano e tutta intera è sgorgata la melodia. Ho riconosciuto un segno in questa spontaneità, ho sentito che poteva diventare una canzone. Mancavano però le parole. Mi sono ricordato di una lettera che Frida scrive nel 1947 al poeta Carlos Pellicier […] un segno fortissimo. Dovevo però scrivere tutte le strofe. Inventarmi cioè una scena dove immergere la citazione dalla lettera di Frida”.

Remo Anzovino
Remo Anzovino, compositore di Yo te cielo (Cancion Para Frida)

“Alla mente mi è venuta una foto in cui Frida, nel suo letto, poco prima di morire, dipinge il suo ultimo quadro. Lei in quella foto ha un delicato sorriso, di chi sa di morire, di chi sa di essere già un mito. Ho immaginato allora che da quel letto, attraverso una grande finestra di Casa Azul, Frida potesse vedere il cielo, mentre la vita se ne andava. E in meno di un’ora sono venute tutte le parole. Ora che ci ripenso mi commuovo, per un istante, ancora. Come quando si accarezza un regalo prezioso”.

È Yasmine Sonnino a dar voce a queste parole, rendendo con il suo timbro caldo e avvolgente l’atmosfera magica.

Yo te cielo è anche un videoclip che Giacomo Citro ha diretto in maniera magistrale, creando una realtà intima, intensa e fortemente espressiva.

Di seguito il videoclip del brano di Anzovino:

Il docufilm Frida – Viva la Vida, presentato in anteprima al 37° Torino Film Festival – Sezione Festa Mobile, sarà nelle sale italiane soltanto per tre giorni, i prossimi 25, 26 e 27 novembre.

Back to top button