La situazione di classifica in casa Pescara si fa giornata dopo giornata sempre più delicata. La squadra abruzzese è reduce dalla sconfitta di misura sul campo della Cremonese: con 39 punti in classifica, le lunghezze di vantaggio sulla zona playout sono solamente 3. Per questo Nicola Legrottaglie è in discussione. Se la situazione dovesse precipitare con l’esonero del tecnico pugliese, secondo quanto riporta l’esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio, la società del presidente Sebastiani starebbe valutando i profili di Andrea Sottil e di Zdenek Zeman.

Pescara, Legrottaglie a rischio esonero

La stagione del Pescara è stata fin da subito molto travagliata. I risultati deludenti della prima parte di stagione avevano portato alle dimissioni di Luciano Zauri. Prese il suo posto, nel mese di gennaio, Nicola Legrottaglie, promosso dalla formazione primavera degli abruzzesi. Dopo un inizio incoraggiante però, anche con il tecnico pugliese la situazione di classifica non è migliorata molto. Al ritorno in campo dopo lo stop forzato per il Covid-19, il Pescara ha collezionato una vittoria, un pareggio e due sconfitte. Un ruolino di marcia deficitario che ha fatto accorciare notevolmente la distanza dalla zona playout.

Sottil e Zeman le alternative

Secondo quanto riporta Gianluca Di Marzio, il presidente Sebastiani deciderà in queste ore se continuare con Legrottaglie oppure procedere con l’esonero. In questo secondo caso, si starebbero valutando i profili di Andrea Sottil e un possibile ritorno di Zdenek Zeman.

Zdenek Zeman
Zdenek Zeman – Photo credits: Getty Images

Entrambi gli allenatori sono senza squadra: l’ultima esperienza di Sottil è stata sulla panchina del Catania, mentre quella del boemo proprio su quella abruzzese, nella stagione 2017/18). I tifosi del Pescara ricordano benissimo Zeman: nella stagione 2011/12 il suo Pescara fece faville, ottenendo una grande promozione in Serie A. Protagonisti di quella squadra il trio delle meraviglie Verratti, Insigne e Immobile. Al termine di quella stagione Zeman lasciò per andare alla Roma. La seconda esperienza in Abruzzo del tecnico boemo si concluse invece con l’esonero. Sono attesi aggiornamenti nelle prossime ore.

Seguici su Facebook!

© RIPRODUZIONE RISERVATA