Sport

Zola e Rastelli al Memorial Galeazzi di Padel: per lo sport e il territorio

Adv

Il padel ora anche un’occasione di memoria, oltre che di valorizzazione del territorio. Dal 22 al 24 aprile, si terrà infatti a Cagliari un torneo in ricordo del giornalista Giampiero Galeazzi, presso i campi del Dopolavoro Ferroviario. Un’importante manifestazione, nata per celebrare il famoso volto della televisione italiana, per anni in prima linea in ambito sportivo. Non pochi i giornalisti alla presentazione del 14 aprile. Un evento che, quale 1° Memorial di Padel Galeazzi, vedrà impegnati cronisti da tutta Italia, attirando anche l’interesse di personalità come Gianfranco Zola e Massimo Rastelli. Un’opportunità per la stessa Sardegna secondo Andrea Floris: “Questo binomio tra l’attività sportiva e il turismo si conferma essere vincente”.

A Cagliari il 1° Memorial Galeazzi dedicato al Padel: un’occasione di valorizzazione per il territorio sardo. Presenti anche Zola e Rastelli

Un’emozionante manifestazione il Memorial Galeazzi, il torneo nato per celebrare il giornalista, ma anche con lo scopo di mostrare il forte connubio in Sardegna tra sport e territorio.

Cagliari è amica dello sport e questo binomio tra l’attività sportiva e il turismo si conferma essere vincente”, ha infatti dichiarato l’Assessore allo Sport Andrea Floris, come riportato su La Nuova Sardegna.

Un orgoglioso e caloroso discorso, quello fatto dall’Assessore il 14 aprile, giornata di presentazione dell’evento. Una manifestazione tutta votata allo sport, che ha attirato non solo giornalisti da tutta Italia, ma anche tante figure di spicco in ambito sportivo. Da Gianfranco Zola a Pierluigi Casiraghi, da Dario Marcolin a Massimo Rastelli, tanti i volti presenti al Memorial Galeazzi, il primo interamente dedicato al Padel.

Il Memorial Galeazzi di Padel, una manifestazione all’insegna dello sport nel capoluogo sardo. Floris: “La nostra città è il teatro ideale per gli eventi sportivi”

La nostra città è il teatro ideale per gli eventi sportivi e per noi è importante dare continuità a questa attività sportiva – ha poi continuato Floris – perché lo sport aggrega, è passione e regala emozioni. Il tutto poi, se abbinato ad un Memorial per un giornalista così conosciuto, regalerà anche momenti di condivisione, ricordi e in generale tutti gli ingredienti perché si possa programmare anche in futuro”.

Il torneo, tra i campi del Dopolavoro Ferroviario di viale La Playa, con il patrocinio del Comune di Cagliari, avrà anche un tabellone in continuo aggiornamento. Una notevole occasione di valorizzazione per il territorio sardo, come sponda di visibilità nazionale tanto per Cagliari, quanto per la stessa regione. Ad avere l’intuizione di portare proprio nel capoluogo sardo la manifestazione, il Consigliere Mario Frongia, principale organizzatore insieme all’USSI, l’Unione Stampa Sportiva Italiana.

Un’anteprima dell’evento si era già tenuta a Roma presso il Salone d’Onore del CONI alla presenza di Giovanni Malagò e dei figli del noto giornalista, Susanna e Gianluca. La presentazione ufficiale è avvenuta negli uffici dell’Assessorato al Turismo della Regione.

Anche questo – ha infatti commentato l’Assessore Gianni Chessa – è un modo di parlare della Sardegna. Galeazzi era un grande giornalista ma anche un affezionato frequentatore della nostra isola che amava. E questo ci darà una grande opportunità perché si parli della nostra accoglienza. Da un evento sportivo, ci saranno benefici della promozione turistica e questa per noi deve essere una nuova opportunità”.

Un evento in ricordo di un giornalista sempre in prima linea nel raccontare tutti gli sport. Perra: “Pensare a Galeazzi suscita grandi emozioni”

Tra i presenti alla presentazione anche il Presidente del CONI Sardergna, Bruno Perra, e il Presidente di AICS Sardegna, Andrea Lobina, importante guida nell’organizzazione dell’iniziativa.

Pensare a Galeazzi suscita inevitabilmente grandi emozioni perché ha raccontato lo sport in maniera unica – ha dichiarato Perra– Noi, come CONI, siamo felici che questa manifestazione venga ospitata a Cagliari perché parliamo di una persona che ha lasciato un segno indelebile nella storia dello sport e del giornalismo sportivo. Aggiungo che siamo in un momento in cui lo sport sta funzionando tantissimo e questo anche grazie alla collaborazione delle istituzioni. Stiamo cercando, attraverso lo sport, di fare squadra e di stare uniti per veicolare il nome Sardegna al massimo delle sue potenzialità”.

Da parte nostra c’è il massimo appoggio – ha aggiunto Lobina – perché per chi si occupa di sport dilettantistico questa è una occasione inclusiva che porta la Sardegna al centro del concetto di pratica facile di tutte le attività sportive”.

Seguici su Metropolitan Magazine.

Liliana Longoni

Adv
Pulsante per tornare all'inizio