Zorro è il primo eroe mascherato famoso sia nella letteratura che nel cinema. Il personaggio debutta nel 1919 in un racconto breve (La maledizione di Capistrano, in seguito reintitolato Il segno di Zorro) di Johnston McCulley. Nel 1920 Zorro ha fatto il suo debutto al cinema interpretato da Douglas Fairbanks e il successo ha portato lo scrittore a raccontare molte altre avventure dell’eroe mascherato. Nel corso degli anni, il personaggio di Zorro è stato proposto in diverse versioni, come ad esempio: film, serie televisive, cartoni animati, fumetti e anche un videogioco.

Alcuni interpreti del personaggio sono stati Tyrone Power (nel 1940), Guy Williams (nella serie TV Disney del 1957), Alain Delon (nel 1975), Duncan Regehr (nella serie televisiva del 1990) e Antonio Banderas (in La maschera di Zorro e The Legend of Zorro del 1998 e del 2005).

Locandina del film "Zorro" del 1975.
Photo credit: dal web

Zorro in breve

Le avventure di Zorro sono ambientate nel Pueblo di Los Angeles nell’epoca della California spagnola (dunque tra il 1769 e il 1821). Don Diego de la Vega è un giovane, figlio di un ricco proprietario terriero, che ha un’identità segreta. L’obiettivo di Zorro è quello di difendere i cittadini e gli indigeni dai funzionari corrotti, per questo motivo è considerato un fuorilegge ed ha una grossa taglia sulla testa. Caratterizzato dagli abiti neri, avvolto da un mantello e nascosto da maschera e cappello, si distingue per la notevole abilità di spadaccino.

Complice dell’eroe c’è Bernardo, il servo muto che aiuta Diego a mantenere segreta la sua identità. Don Diego vive in una grossa villa del padre con diversi passaggi segreti che portano ad una grotta segreta in cui nasconde il suo fedele cavallo Tornado. Il nome dell’eroe mascherato significa volpe in lingua spagnola, viene chiamato così per la sua astuzia durante i duelli. Il marchio distintivo del fuorilegge è la lettera zeta che incide con la spada per sottolineare il suo operato.

Alain Delon nei panni di Zorro.
Photo credit: dal web

Zorro: le influenze sul personaggio

Zorro è un personaggio immaginario nato dalla penna di Johnston McCulley. Il fuorilegge è un risultato di diverse influenze, sia di altri eroi letterari sia di persone veramente esistite.

Personaggi storici

Joaquin Murrieta (1829-1853), anche chiamato il Robin Hood messicano, è stato un famoso californiano considerato un bandito o un patriota, a seconda dei punti di vista. È una persona realmente esistita che spesso viene associata alla figura di Zorro. Su Murrieta sono nate molte storie anche in seguito alla pubblicazione di una biografia romanzata scritta da John Rollin Ridge. Per questo motivo le informazioni sulla sua vita non sono certe: spesso non è possibile distinguere con certezza le fantasie da ciò che è avvenuto realmente.

William Lamport (1611-1659) è stato un avventuriero irlandese conosciuto come rivoluzionario, pirata e abile spadaccino. Inviato in Messico come spia al servizio del duca di Olivares, inizia a simpatizzare con gli schiavi indiani. Si è quindi dedicato alla fondazione di un movimento indipendentista per la liberazione degli schiavi e anche per diventare re del Messico. Nel 1999, un paleografo italiano, in seguito allo studio dei documenti dell’Inquisizione, ha ipotizzato l’influenza di Lamport sul personaggio di Zorro.

Eroe letterario

La statua di Robin Hood.
Photo credit: dal web

Uno dei personaggi letterari che più ricorda l’eroe mascherato è Robin Hood, anche questo un fuorilegge che ruba ai ricchi per dare ai poveri.

Il personaggio del folklore inglese Jack il saltatore, comparso in diverse storie pubblicate intorno al 1890, ha alcuni elementi in comune con l’eroe californiano. La figura è descritta come un uomo dal volto terrificante, con un mantello nero e incredibili capacità atletiche, in grado ad esempio di saltare dal marciapiede al tetto di un edificio.

Nel ciclo di romanzi La primula rossa (1905) di Emma Orczy compare un personaggio dalle caratteristiche molto simili a quelle di Zorro. Durante il periodo della Rivoluzione francese una figura misteriosa opera a favore dei nobili decaduti e dei nemici della repubblica. Si tratta di Sir Percival Blakeney, un nobile inglese che firma il suo operato lasciando uno stemma particolare: un piccolo fiore, per questo motivo viene denominato Primula Rossa.

Guy Williams nei panni di Zorro.
Photo credit: dal web

Zorro il primo supereroe

Oggi esistono eroi di tutti i tipi: mascherati, dai poteri sovrannaturali o provenienti da altri pianeti. Il fuorilegge ideato da Johnston McCulley ha particolarmente influenzato la nascita di Batman. Dalle somiglianze nell’aspetto, come il mantello e la maschera, fino al modo di operare, come la presenza di un quartier generale in casa e la complicità del maggiordomo. Inoltre, proprio la sera del tragico destino dei genitori del piccolo Bruce Wayne, la famiglia aveva visto al cinema il film Il segno di Zorro. Un piccolo dettaglio che va a sottolineare l’influenza di Don Diego sull’eroe della DC Comics.

Seguici sui social:
Facebook
Instagram

© RIPRODUZIONE RISERVATA