ZTL Roma: partita l’installazione di 46 nuovi varchi elettronici, ecco dove

Sono partiti i lavori per installare 46 nuovi varchi elettronici anche nelle zone semicentrali della Ztl Vam Roma. Ne resterà interessata un’area che coincide in gran parte con l’Anello ferroviario. Una zona nata per contingentare il passaggio dei mezzi di lunghezza superiore ai 7,5 metri come i bus turistici.

Controlli più stringenti

L’annunciata sistemazione  dei nuovi dispositivi di controllo sarà ultimata entro il 2020. Si andranno a sommare ai primi 21 che sono stati posizionati lungo i nodi principali. E che sono già operativi dal 2017. “Con queste telecamere ultimiamo le installazioni previste a protezione dell’area” ha ricordato l’assessore Pietro Calabrese. L’assessore, che in Campidoglio detiene la delega alla mobilità, ha spiegato che con quest’iniziativa si  punta ad avere  “un presidio maggiore” grazie al quale sarà possibile effettuare “controlli più stringenti a tutela del rispetto delle regole”.

Il Campidoglio e le Ztl a Roma

Dopo le discussioni sull’opportunità di sospendere l’attivazione delle Ztl fino al termine di agosto, il Campidoglio è tornato quindi a puntare sui varchi elettronici. Prima con la decisione di ripristinare quelle nelle zona centrale, in funzioni anti movida. Poi con l’attuale annuncio delle 46 nuove zone a traffico limitato per i veicoli a motore.“

Le prime operazioni partiranno nella zona di Monteverde in via Francesco Massi, via Abate Ugone, via Fonteiana e via Vitellia. Nel mese di agosto sarà la volta di Prati, in circonvallazione Clodia e circonvallazione Trionfale. Tra settembre e dicembre gli “occhi elettronici” saranno montati a Testaccio, Pinciano, Porta Maggiore, San Giovanni e Piramide.

© RIPRODUZIONE RISERVATA