ViaggiAmo

10 città del Sudamerica da visitare ad aprile

Il 25 aprile si avvicina e per coloro che vogliono fare un viaggio per il ponte, una delle mete ideali può essere il Sudamerica. In questa località vi sono molte alternative per un viaggio splendido e all’insegna del relax.

10 città da visitare in Sudamerica

Il Sudamerica rappresenta uno dei luoghi più visitati del mondo grazie alle sue meravigliose località. Una delle città che vengono spesso trascurate dai turisti è Iguazu Falls, in Argentina. In questa località si possono ammirare oltre 275 cascate, ancora più rispetto a quelle del Niagara. Per gli amanti degli edifici storici una metà obbligata è Georgetown, la capitale di Guyana. Proprio in questa città si trovano una serie di attrazioni da visitare risalenti all’epoca coloniale. Si tratta di una vera e propria città di legno immersa nei giardini della Promenade e Pizza dell’Indipendenza. Potosi in Bolivia è considerata una delle città più ricche del Sudamerica, proprio per le sue miniere d’argento. È stata dichiarata Patrimonio dell’Umanita dall’Unesco per le sue ville coloniali e chiese storiche.

Per chi volesse immergersi nella natura Huacachina in Perù è una vera oasi immersa nel deserto costruita vicino ad un lago. Gli amanti della movida notturna non possono invece perdersi la città di Fortaleza in Brasile. Qui si svolgono numerose parate in qualsiasi periodo dell’anno. Asunción è la capitale del Paraguay, che vanta numerosi parchi, musei e negozi. Montevideo si trova in Uruguay ed è conosciuta per i suoi 22 km di spiagge e per i suoi edifici costruiti in stile Art D’eco.

Loja è invece una delle città più antiche dell’Ecuador, dove i turisti possono ammirare il Parco Nazionale Podocarpus. Patagonia in Cile è celebre per il suo Parco Nazionale Torres, dove si possono fare passeggiate immersi nella natura, ammirando gli splendidi laghi sparsi per il territorio. Infine, ma non meno importante, Valpirisio, situata in Cile, rappresenta una delle città più caratteristiche, dove si trovano musei dedicati a Pablo Neruda.

Sonia Faseli

Segui su Google News

Pulsante per tornare all'inizio