MovieNerd

A Natale siamo tutti come Paperino

Adv

Dopo una maratona di corti natalizi su Disney Plus (qui il link per scoprire l’abbonamento) siamo giunti a una conclusione sorprendente: a Natale siamo tutti come Paperino. Non il solito Paperino brontolone ed irascibile di tutto il resto dell’anno, ma il “papero delle feste”. O forse è proprio il personaggio Disney che assume volutamente comportamenti diversi per permettere a noi spettatori di identificarci ancora di più. Che la vediamo in un modo o nell’altro, almeno una volta ci è capitato di riconoscerci nello stile di Paperino, specialmente durante le feste di Natale.

Un Natale entusiasta come Paperino

C’è chi ama tutto del Natale, che già mesi prima inizia il conto alla rovescia e che ogni anno ha l’obiettivo di vivere una stagione magica. È chi rimane affascinato dalle decorazioni, ammaliato dal profumo di dolci e che ama le tradizioni, cercandone ogni anno di nuove. L’entusiasta vive ancora il Natale con lo spirito di un bambino: impaziente di scartare i regali e passare una giornata memorabile.

Da "Un Natale per Paperino".
© animationscreencaps.com

Vediamo Paperino con queste caratteristiche nello speciale natalizio della moderna serie di Topolino. Intitolato Feste di Natale – Speciale natalizio con Topolino o Un Natale per Paperino. Mostra il papero che festeggia il tradizionale Natale invernale per la prima volta, invece che migrare nei posti più caldi. Determinato a vivere un’esperienza fantastica, ignorerà i cedimenti del suo fisico a causa del tempo avverso, diventando quasi ossessionato dall’atmosfera natalizia.

Organizzato come Paperino

Chi ama l’atmosfera del Natale, ma è convinto di poter passare una buona giornata solo tenendo tutto sotto controllo. Si ritrova a pianificare troppi dettagli e ne rimane deluso se non tutto va come programmato. Il motivo di tanta voglia di controllare tutto può essere collegato alla voglia di ritrovare la gioia del Natale dell’infanzia, oppure la voglia di rendere il momento ancora più speciale per i bambini e i parenti.

Una scena da "Topolino magico Natale".
© animationscreecaps.com

In Topolino e la magia del Natale, il primo corto è dedicato a Paperino e Qui, Quo e Qua che, per magia, rivivono il 25 dicembre ogni giorno. Anche se Paperino non è il protagonista principale del corto, si nota con facilità la sua voglia di mantenere tutto sotto controllo, come il momento dell’apertura dei regali o i canti natalizi tutti insieme.

Cinico come Paperino

Poi c’è chi il Natale non lo sopporta perché tutto diventa frenetico e stressante. Le spese per i regali diventano uno stress, la corsa al supermercato per l’occorrente del pranzo un’interminabile lotta e la giornata con i parenti risulta solo lunga e noiosa. Si tratta di chi vorrebbe solo godersi il calduccio di casa propria in pace, senza dover pensare a nient’altro. Forse perché ha già vissuto tanti Natali o magari perché ha capito che ogni anno è simile al precedente con più malinconia.

Paperino in "Topolino strepitoso Natale"
© Disney

In Topolino strepitoso Natale c’è un corto con protagonista Paperino che non ha per niente voglia di fare le commissioni natalizie con Paperina e i nipotini. Preferirebbe di gran lunga rimanere a casa e godersi una bella tazza calda di cioccolata, invece che destreggiarsi tra la folla e sentire le solite canzoncine a ripetizione.

Seguici sui social:
Facebook
Instagram

Elisa Scaglia

Related Articles

Back to top button