Sport

Accordo raggiunto tra NFL e giocatori

Accordo finalmente trovato tra NFL e NFL Player Association. Il tutto è stato ultimato nella giornata di venerdì, con una serie di provvedimenti finanziari dai quali dipenderà anche il futuro della lega.

Una importante novità dell’accordo è data dalla totale cancellazione delle partite di preseason.
L’NFL, infatti, aveva dichiarato di aver ridotto gli incontri da 4 a 2 per ogni team, in maniera tale da minimizzare gli spostamenti a causa della pandemia.

Attraverso l’accordo, però, NFL ed NFLPA hanno optato per la strada più sicura, ovvero quello di non disputare alcun incontro in tempi di preseason.

Come riportato da Houma Today, Roger Goodell ha dichiarato:

“Abbiamo collaborato per cercare di sviluppare un insieme di protocolli pensati per ridurre al minimo il rischio di contagio tra tifosi, giocatori, membri dello staff dei club e personale della lega. Questi protocolli sono stati anche decisi e supervisionati da medici e funzionari statali. La prossima stagione ci metterà sicuramente di fronte a nuove sfide, ma ci impegneremo per riuscire a disputarla in maniera sicura fino al Super Bowl”.

Accordo NFL NFLPA agreement coronavirus

I rappresentanti dei giocatori sono stati i primi a votare a favore dei nuovi provvedimenti introdotti dalla lega, con 29 voti favorevoli e solo 3 contrari.

Purtroppo, si prospettano delle perdite importanti in termini economici per l’NFL, proprio a causa del coronavirus. Una delle maggiori preoccupazioni dei dirigenti dei team è il salary cap, il quale potrebbe subire delle forti variazioni nei prossimi anni. Proprio per questo, nell’accordo è stato deciso di fissarlo a 198.2 milioni nel 2020 ed a 175 milioni di dollari nel 2021. Vi è da aggiungere, però, che il limite massimo per il 2021 potrebbe essere maggiore qualora non si verifichino le perdite ipotizzate dagli esperti.

Inoltre, come già annunciato in un precedente articolo, ai giocatori sarà data la possibilità di decidere autonomamente se disputare o meno la prossima stagione.
come riportato da Tom Pellissero, la rinuncia dovrà pervenire alla lega entro i prossimi 10 giorni.

I soggetti ad alto rischio, ovvero quelli che presentano sintomi quali asma o diabete di tipo 2, riceveranno uno stipendio di 350.000$.
Tutti quelli che invece non sono considerati soggetti ad alto rischio ma che comunque decidono di non disputare la stagione riceveranno la somma di 150.000$.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: Mascherine obbligatorie per i tifosi negli stadi

Foto nell’articolo: Chris Delmas/AFP via Getty Images

Back to top button