Cinema

“Acqua e Sapone”: il gioco degli equivoci targato Verdone stasera in tv

Stasera in prima visione tv su Cine34 andrà in onda “Acqua e Sapone“, film del 1983 diretto, co-scritto e interpretato da Carlo Verdone. L’attore romano, alla sua quarta regia, dopo il successo di “Borotalco“(1982), ripropone lo schema della commedia degli equivoci e lo scambio d’identità. Ma se nel film di un anno prima, il suo protagonista è un impacciato che finisce per vestire i panni di un casanova uomo di mondo, questa volta indossa gli abiti clericali al fine di guadagnare un bel gruzzoletto. Tra situazioni farsesche e motivi sentimentali, Verdone introduce un pizzico di malinconia nella ricetta della commedia brillante, creando un gioco di parti che è anche veicolo di riflessione.

La pellicola si ispira al cosiddetto caso di Brooke Shields, scoppiato negli anni Ottanta e riportato da un servizio giornalistico della Rai condotto da Carlo Sartori. Lo scandalo aveva coinvolto il fenomeno delle cosiddette baby modelle e lo sfruttamento delle madri sulle figlie ‘prodigio’. “Acqua e Sapone” si aggiudica un David di Donatello per la migliore attrice non protagonista a Elena Fabrizi.

Trama e cast di “Acqua e Sapone”

Rolando Ferrazza (Carlo Verdone) è un ragazzo di trent’anni, si è laureato col massimo dei voti e aspira a diventare insegnante. Però è costretto a vivere con la nonna Ines (Lella Fabrizi) e ad accontentarsi di un impiego come bidello presso una scuola privata religiosa. Sandy (Natasha Hovey) è una giovanissima modella americana, arrivata a Roma con gli opprimenti genitori per intraprendere una carriera nella moda.

La madre, volendo far proseguire alla figlia gli studi scolastici durante la permanenza nella capitale, decide di contattare Padre Spinetti (Philip Dallas), importante teologo, per assumerlo in qualità di precettore per Sandy.
Ma alla telefonata risponde Rolando, che lavora nello stesso istituto dove insegna il sacerdote. Dopo aver sentito la cifra che viene offerta per il lavoro, al ragazzo balena in mente un’idea che potrebbe fargli guadagnare un bel po’ di soldi: fingersi Padre Spinetti…

Arianna Panieri

Seguici su : FacebookInstagramMetrò

Adv
Adv
Adv
Back to top button