Alessandria, Gregucci è già al capolinea?

Tra le grandi delusioni di questo avvio di Serie C figura sicuramente l’Alessandria. Dopo il pareggio a Pistoia nel debutto stagionale e la vittoria casalinga, per 4-1, ai danni dell’Olbia sono arrivate due pesanti sconfitte contro Lecco e Novara. È giusto dire che però l’ultima sconfitta contro il Novara è arrivata nei minuti di recupero, ma se guardiamo la classifica dei grigi quei quattro punti raccolti sono davvero pochi. La delusione è motivata dal fatto che l’Alessandria è una delle favorite, se non la favorita numero uno, alla promozione diretta dal girone A. Aspettative nutrite da una campagna acquisti sontuosa che ha portato in Piemonte giocatori di assoluto valore per la categoria.Tutti questi motivi, nonostante le sole quattro giornate disputate finora, stanno portando la società a valutare la posizione di mister Gregucci. Il tecnico pugliese è chiamato a vincere assolutamente domani contro la Giana per scacciare i fantasmi dell’esonero.

alessandria
Photo Credits: profilo ufficiale Facebook Alessandria Calcio

Alessandria, conta solo la vittoria

Quella di domani pomeriggio (ore 17.30) a Giana ha tutta l’aria di essere l’ultima spiaggia per mister Gregucci. I lombardi della Giana Erminio hanno raccolto finora solo tre punti in classifica, ma non hanno gli stessi obiettivi dell’Alessandria. Alla fine della sconfitta contro il Novara, mister Gregucci ha avuto un colloquio con il presidente Luca Di Masi. Il presidente ha, per il momento, rinnovato la sua fiducia. Lo stesso mister, dopo il faccia a faccia con il numero uno dei grigi, non ha preso parte alla classica conferenza post gara. Intanto i tifosi alessandrini hanno chiesto, nel caso di esonero di Gregucci, di affidare la squadra a Michele Marcolini, tecnico con il quale l’Alessandria conquistò due anni e mezzo fa la Coppa Italia di Serie C.

La speranza, per mister Gregucci, è quella di ottenere i tre punti nella sfida contro la Giana Erminio. Guardando la rosa a disposizione del tecnico, il compito è sicuramente alla portata. Come detto prima, il mercato dell’Alessandria è stato impostato per fare una stagione al vertice, ma non sempre le cose vanno come si desiderano, soprattutto in Serie C. In estate sono arrivati giocatori come Eusepi e Corazza, assoluto protagonista l’anno scorso a Reggio Calabria, per rinforzare l’attacco. Il campionato è ancora lungo, ma è necessario rimettersi immediatamente sui binari giusti se si vogliono recuperare posizioni importanti e puntare direttamente alla Serie B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA