Cultura

Alessandro Manzoni, non solo romanziere ma anche grande poeta

Adv

Alessandro Manzoni viene notoriamente conosciuto come uno dei maggiori esponenti del Romanticismo, grazie a I promessi sposi o Storia di una colonna infame, ma è stato anche un grande autore di composizioni in veste di poeta.

Alessandro Manzoni: le composizioni come poeta

Il 5 maggio

Una delle composizioni poetiche di Manzoni è Il 5 maggio, risalente al 1821. Si tratta di un’ode scritta da Manzoni per la morte di Napoleone Bonaparte, che era stato esiliato sull’Isola di Sant’Elena. Infatti il 5 maggio 1821 è proprio l’anno in cui è morto Napoleone Bonaparte. Si tratta di un fatto che scuote l’opinione pubblica e Alessandro Manzoni decide di dedicare una commemorazione a questo evento. Manzoni impiega tre giorni a comporre l’ode, che ha fin da subito un grande successo, nonostante la censura austriaca imposta in quegli anni. La composizione viene infine pubblicata da un editore di Torino, e tradotta in diverse lingue.

Marzo 1821

Un’altra ode composta da Manzoni, dedicata all’opera stesso anno de Il 5 maggio, è Marzo 1821. Si tratta di un ode civile che rimanda alla notizia, rivelatasi poi infondata del passaggio del Ticino da parte dei patrioti piemontesi durante i moti del 1821. Manzoni ha pubblicato quest’opera solamente nel 1848, durante le Cinque Giornate di Milano, svoltasi tra il 18 e il 23 marzo. Il motivo ispiratore dell’ode Marzo 1821 è stato sicuramente di tipo patriottico. Infatti Manzoni voleva incitare gli italiani a combattere per l’indipendenza e l’unità della patria. Ma il sentimento patriottico del poeta era intriso anche di uno spirito più religioso. Infatti Manzoni riteneva che Dio ha assegnato ad ogni popolo una patria e una missione da svolgere.

Gli Inni Sacri

Una composizione poetica impregnata dello spirito religioso di Manzoni è intitolata Inni Sacri. Si tratta di una raccolta di cinque componimenti di argomento religiosi, scritti tra il 1812 e il 1820. Essi sono la conseguenza della conversione di Manzoni avvenuta nel 1810. L’idea originaria di Manzoni era quella di comporre dodici testi di stampo religioso, relativi alle principali festività liturgiche del Cattolicesimo. In realtà Manzoni è riuscito a concluderne solo cinque. Tra questi la Resurrezione, Il Nome di Maria, Il Natale, La Passione, La Pentecoste. La struttura metrica utilizzata nelle poesie è variabile a seconda del tono con cui viene esaltata la festività religiosa.

Sonia Faseli


Related Articles

Back to top button