Cronaca

Alluvione Ischia, recuperate 7 vittime. Meloni: “Dal governo risposta immediata”

Ad Ischia non si ferma la conta delle vittime, durante gli scavi nella frana di Casamicciola Terme ne sono state estratte 7, di cui un neonato. Inviate squadre di rinforzi dei Vigili del fuoco da quattro regioni e il governo indice lo stato di emergenza a seguito dell’alluvione, stanzia 2 milioni di euro, oltre a nominare Simonetta Calcaterra “commissario straordinario”; inoltre si darà il via entro l’anno al “piano nazionale di adattamento al cambiamento climatico“.

Ischia, alluvione di Casamicciola Terme: gli ultimi aggiornamenti

Alluvione Ischia, recuperate 7 vittime. Meloni: "Dal governo risposta immediata"

Sale a 7 il numero delle vittime accertate durante gli scavi nella frana ad Ischia – a seguito della terribile alluvione – e tra queste 1 neonato di soli 21 giorni, mentre sono 3 i feriti, di cui uno grave e 5 i dispersi; arriva a 230 il numero di sfollati, già sistemati in hotel o da amici e parenti. Purtroppo risulta ancora isolata una donna di 93 anni la cui casa è circondata da almeno tre metri di fango, dove né vigili né elicottero riescono ad arrivare. Questo è il bilancio al termine della riunione del centro di coordinamento dei soccorsi in prefettura. Ad aumentare è anche il numero delle abitazioni coinvolte, si parla di circa 30 al momento, ma secondo il centro di coordinamento – una volta perimetrata la zona rossa – il numero degli sfollati potrebbe aumentare ulteriormente.

Nonostante il forte vento, per tutta la notte i Vigili del Fuoco hanno lavorato con carabinieri, polizia e protezione civile, servendosi anche di generatori elettrici, per poter scavare nel fango ancora troppo denso. Ciò provoca evidenti difficoltà anche ai cani molecolari, che purtroppo affondano nel terreno e non riescono a rilevare la presenza di persone. Per di più, i sommozzatori continuando le ricerche al porto, poiché vi è il rischio che qualche corpo possa essere stato trascinato verso il mare dalla forza del fango.

“Per il governo l’emergenza deve essere superata, in questo senso si è dato incarico al ministero per la Protezione civile a dare vita a un gruppo di lavoro fra ministeri interessati per mitigare il rischio di frane e alluvioni legate al dissesto idrogeologico”

Queste le parole del ministro Nello Musumeci al termine del Consiglio dei ministri, e aggiunge:

“Occorre dare definitiva approvazione al piano nazionale per il cambiamento, avviato nel 2016, ma che aspetta ancora l’approvazione definitiva”

Per ciò che concerne la presidente Giorgia Meloni, Musumeci afferma che quest’ultima “sarà a Ischia nei prossimi giorni, non appena le operazioni lo renderanno possibile” e che “andare adesso sarebbe una passerella”.

Alluvione Ischia, le parole del direttore della Protezione civile

L’auspicio del direttore della Protezione civile regionale della Campania, Italo Giulivo – che ha preso parte al Ccs, riunito nella mattinata di ieri nella Prefettura di Napoli – è quello di una continua ricerca e di una messa in campo di tutti gli uomini dei Vigili del fuoco e della Protezione civile, che si trovano sull’isola con mezzi adeguati. Inoltre, come già detto, la prossima mossa da attuare è quella di:

avviare le attività per individuare e perimetrare la cosiddetta zona rossa, l’area interessata che deve essere evacuata preventivamente per poter valutare poi il rientro in sicurezza, qualora il quadro dei danni avvenuti ai fabbricati e al territorio sia tale da consentirlo” – sempre secondo quanto affermato da Giulivo.

Per tale ragione, aggiunge che saranno effettuati dei sopralluoghi più approfonditi tramite voli aerei, messi a disposizione sia dalla Guardia di Finanza che dalla Capitaneria di Porto e dall’Osservatorio Vesuviano ed inoltre, con l’aiuto delle proprie squadre di esperti si dara una mano alla Protezione civile nell’attività di individuazione delle nicchie di distacco delle frane dal Monte Epomeo, individuando così anche le aree arrivate a valle e “provando a individuare quantitativi e volumi interessati”.

La parola del Papa in merito alla terribile alluvione che ha colpito Ischia

Papa Francesco si mostra vicino alla popolazione colpita dall’alluvione, pubblicando un tweet che riporta quanto segue: “Sono vicino alla popolazione dell’Isola d’Ischia, colpita da un’alluvione. Prego per le vittime, per quanti soffrono e per tutti coloro che sono intervenuti in soccorso.

Serena Pala

Seguici su Google News

Back to top button