Sport

Antonio Brown, accuse di furto e danneggiamento a suo carico

Antonio Brown proprio non riesce a far parlare (male, ndr) di sé. Ancora una volta, infatti, il wide receiver si è cacciato nei guai.

Questa volta l’accusa a suo carico è quella di aggressione fisica nei confronti di un camionista al quale Brown avrebbe dovuto pagare la consegna effettuata proprio all’appartamento dell’ex giocatore, ad Hollywood.

Come riportato da Bleacher Report, nella giornata di giovedì TMZ Sports è riuscita ad ottenere la chiamata che lo stesso camionista avrebbe fatto al 911, intimando alle forze dell’ordine di intervenire.

Stando alle sue parole, quindi, Brown non solo lo avrebbe aggredito, ma sembrerebbe anche che fosse in evidente stato confusionale.

“Il ragazzo è strafatto, ha fumato e mi ha minacciato. Mi ha aggredito ed ha anche lanciato dei sassi contro il camion. Ha rifiutato di pagare secondo i metodi di pagamento, ovvero o contanti o vaglia postale”.

Cameron Wolfe di ESPN, grazie ad un portavoce della polizia di Hollywood, ha riferito che nei confronti di Antonio Brown è stato emesso un mandato di arresto con l’accusa di furto e danneggiamento.

Oltre a Brown, è stato coinvolto anche Glenn Holt, il quale dopo essere stato arrestato dagli ufficiali, ha dovuto pagare 20.000$ di cauzione, prima di lasciare il carcere della contea di Broward.

Ormai da molto tempo ai margini della NFL, Antonio Brown non perde mai occasione di far discutere e, soprattutto, di assumere comportamenti totalmente inadeguati.
Continuare su questa strada e con questi atteggiamenti, quasi sicuramente, non farà altro che portare qualsiasi team a rinunciare di offrirgli un nuovo contratto.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: Eric Fisher e Damien Williams multati per condotta antisportiva

Foto in copertina: Jasen Vinlove/USA TODAY Sports

Back to top button