Musica

Antonio Vivaldi, il violinista veneziano

Il 28 Luglio 1741, a Vienna, morì Antonio Lucio Vivaldi, compositore e violinista italiano. Egli si può annoverare tra i più grandi di tutti i tempi della musica barocca. In particolare, era il più influente musicista italiano della sua epoca. Non molti sanno che era un sacerdote e che veniva chiamato “il prete rosso” per il colore dei suoi capelli. Le sue opere furono di grande prestigio, tanto da influenzare personalità come quella di Johannesburg Sebastian Bach e Heinichen.

Antonio Vivaldi, il violinista veneziano: vita e opere

Della sua vita non ci sono documentazioni approfondite in quanto prima del XX secolo nessun biografo aveva mai cercato di scriverne qualcosa in merito. Si sa comunque che nacque di venerdì, il 4 Marzo 1678 a Venezia. Suo padre (secondo alcuni illegittimo) era Giovanni Battista Vivaldi, un sarto bresciano. Una volta trasferitosi a Venezia fu prima barbiere e poi violinista. Sua mamma si chiamava Camilla Calicchio, figlia di Camillo Calicchio, un sarto di Matera. Vivaldi aveva altri nove fratelli, tre dei quali morti in tenera età. Suò padre amava molto di più la musica che il suo mestiere da barbiere, e nel 1685 ricevette un incarico notevole come violinista presso la basilica di San Marco, all’epoca cappella privata del Doge.

Vivaldi probabilmente imparò a suonare lo strumento da suo padre. Occorre ricordare che egli morì solo cinque anni dopo di suo padre pertanto la presenza di quest’ultimo nella sua vita gli giovò molto; entrò subito, giovanissimo, nell’ambiente musicale di San Marco. All’età di 25 anni fu ordinato sacerdote e nello stesso anno divenne direttore musicale dell’ Ospedale della Pietà, un conservatorio di ragazze orfane. Oltre a ricoprire tale ruolo fino al 1740, l’anno prima della sua morte, dedicò gran parte del suo tempo alla composizione di opere musicali. Per violino compose 770 opere, di cui 221 sono per un violino solista e orchestra.

Le sue composizioni più famose sono “Le quattro stagioni”, i primi quattro concerti solistici per violino dell’opera “Il cimento dell’armonia e dell’inventione”. Oggi, nella città di Venezia, il genio viene ricordato nella orchestra dei “Musici Veneziani”. Si tratta di musicisti e cantanti locali vestiti con i costumi del 1700 che si esibiscono presso la Scuola Grande di San Teodoro, la più celebre sala per concerti privati.

Giusy Celeste

Adv

Giusy Celeste

Giusy Celeste è una intellettuale italiana. Ha due lauree (una italiana e una americana) e due master. Ha pubblicato 11 libri e vinto numerosi premi. Collaborazioni celebri segnalate con: Elisabetta Franchi e Alessandro Quasimodo, figlio del premio Nobel Salvatore Quasimodo. Per ulteriori informazioni questo è il suo sito: https://giusy-celeste-1.jimdosite.com/

Related Articles

Back to top button