Arrestato mago Candido per truffa aggravata

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

È ai domiciliari con moglie e figlia, Renzo Martini, 70 anni, conosciuto come mago Candido: sono accusati di truffa aggravata e associazione a delinquere. Avrebbero raggirato almeno 450 persone. Sequestrati beni per un valore di oltre 3,5 milioni. Il mago è stato arrestato a Castelgerundo, nel Lodigiano.

Con lui ai domiciliari, nella loro abitazione del paesino Basso del Lodigiano, anche la moglie Morena e la figlia Vanessa, aiutanti e cartomanti del famoso mago che asseriva di curare i clienti attraverso l’emittente televisiva Canale Italia e dirette Facebook.

Secondo quanto raccolto nel corso delle indagini la famiglia di maghi: “sottraeva denaro con l’inganno a persone anziane carpendone la fiducia e approfittando della loro condizione di fragilità psicologica», afferma il comandante provinciale della Guardia di finanza di Lodi, Vincenzo Andreone. Sedute notturne interminabili, amuleti costosi, esorcismi: sfruttando la sua fama di cartomante il mago Candido «ingenerava nelle persone che si rivolgevano a lui la convinzione dell’esistenza di gravi pericoli per loro o i loro familiari”, spiega il procuratore di Lodi, Domenico Chiaro.

I casi del mago Candido

Rituali magici ed esorcismi servivano a togliere ogni sorta di negatività, in cambio di somme ingenti di denaro. Per non destare sospetti, venivano corrisposte al mago Candido con piccoli versamenti e ricariche sulla Postepay.

Tra i nuclei familiari che si rivolgevano a lui c’era chi versava 100 mila euro e chi arrivava fino a 350 mila euro, come nel caso di una signora di Rimini rimasta vedova.