Domani è il grande giorno. Torna il tennis a 360 gradi, tornano le competizioni americane dopo uno stop lunghissimo dovuto al Covid-19 di oltre 170 giorni. La giornata di giovedì 20 agosto segnerà il lancio della prima pallina del Western & Southern Open, evento ATP Master 1000. Il torneo, che normalmente si svolge a Cincinnati, quest’anno avrà luogo al Billie Jean King National Tennis Center a New York. In tal modo, i giocatori già presenti potranno partecipare agli US Open, in programma da lunedì 31 agosto. All’entusiasmo della competizione, tuttavia, hanno risposto solo alcuni tennisti, mentre altri professionisti della racchetta hanno deciso di rinunciare agli spostamenti in America per il 2020.

ATP: Cincinnati e Us Open “dimezzati”?

L’affluenza ai tornei americani non è la migliore mai registrata per quanto riguarda i partecipanti. Se il campione in carica di Cincinnati Daniil Medvedev ha da diversi giorni confermato il suo atterraggio in terra americana e la sua presenza sia al Master 1000 che agli Us Open, molti altri tennisti, invece, non ci saranno. Oltre ai celebri forfait di Nadal, che ha giustificato la sua assenza per motivi di tutela della salute, e di Federer, destinato a riprendere i giochi solo nel 2021 dopo la riabilitazione, spunta il caso Nishikori. Il tennista giapponese è risultato positivo al Covid-19 in seguito ad un test effettuato in Florida e dunque si è trovato costretto a rinunciare a Cincinnati. Rimane in dubbio la sua presenza agli Us Open.

ATP, Daniil Medvedev
ATP: Daniil Medvedev è il campione in carica del W&S Open
Credits: Justin Sheldon/ wsopen.com

Anche Stan Wawrinka e Gael Monfils hanno deciso di rimanere in Europa, così come Jo-Wilfried Tsonga e Lucas Pouille (quest’ultimo reduce da un intervento al gomito).Tuttavia, sebbene si possa ipotizzare che quest’anno il tennis americano sia penalizzato e che i campioni di questo 2020 avranno vita facile, non vanno dimenticati i carichi da 90 di cui ancora è garantita la presenza sia al Western&Southern Open che agli Us Open. Primo tra i primi Novak Djokovic, ma non solo:Thiem, Anderson, Khachanov, Zverev, Tsitsipas, gli italiani Berrettini e Sinner sono altri personaggi di spicco che prenderanno parte alle sfide. Il main draw di Cincinnati sarà annunciato stasera e avranno inizio sabato le partite del tabellone principale, mentre da domani si giocano le qualificazioni maschili e femminili, a partire dalle 18 per l’orario europeo. Le wild card sono state assegnate a tre americani (Tiafoe, Sandgren e Paul) e ad Andy Murray.

Wta: Madison Keys campionessa in carica
Madison Keys, campionessa in carica a Cincinnati
Credits: wsopen.com

WTA: le grandi assenze femminili

Madison Keys, la campionessa in carica di Cincinnati 2019 sarà presente anche all’edizione di quest’anno e ai successivi Us Open, ma mancheranno tante top 10. La numero 1 del mondo Ashleigh Barty ha confermato la sua assenza, così come Simona Halep, fresca vincitrice di Praga. Come il compagno Monfils, anche Svitolina rimarrà in Europa, saltando di fatto il circuito americano. Bianca Andreescu, Belinda Bencic e Kiki Bertens? Non pervenute. Tra le migliori tenniste del globo potremmo ammirare solo una piccola parte che ha deciso di fare la trasferta americana. Certa, infatti, la presenza di Karolina Pliskova, Sofia Kenin, Serena Williams e Naomi Osaka al Master 1000 di Cincinnati e, presumibilmente, agli Us Open.

© RIPRODUZIONE RISERVATA