CulturaMetropolitan Today

Banksy, Tarantino e il graffito perduto

Nel 2002 su un muro di Londra, il misterioso artista Banksy lasciava un murales come omaggio Tarantino e al film cult “Pulp Fiction“.

Banksy e il graffito perduto

Oggi, come regalo di compleanno a Quentin Tarantino, ricordiamo questo mitico graffito ormai perduto di Bansky.

Banksy Tarantino gift BeforeES_468x368 dal web del dailymail
Banksy – graffito prima di essere cancellato photo da Dailymail

Dal 2002 al 2007 su di un muro vicino alla stazione della metro Londinese di Old Street uno stencil grafito di Bansky omaggiava il film cult di Quentin Tarantino Pulp Fiction”.

Nel graffito erano dipinti i personaggi del film Samuel L. Jackson e John Travolta nel film del 1994 “Pulp Fiction“, e Bansky nell’opera aveva sostituito le loro pistole erano con delle banane.

Ma nel 2007 la società dei trasporti di Londra decise di coprire con uno strato di vernice il lavoro di Bansky, con la motivazione che i graffiti suo muri creavano una immagine di decadenza sociale e negligenza civile.

L’iconica immagine  di Basky, diventata all’epoca uno dei piu famosi graffiti dell’artista, era stimata ad un valore superiore ai 300.000 euro. Innumerevoli fans di Bansky e di Tarantino visitavano il graffito, che divenne famoso nel  mondo, e ogni stampa del graffito veniva venduta  circa 1.000 sterline. Nel 2012 la stessa stampa raggiunse il prezzo di 12.000 sterline. Dopo che la famosa opera di street art venne cancellata dalla società dei trasporti,  un gruppo di artisti ridipinsero il muro con la scritta “COME BACK”  a grandi caratteri.

Il Muro con la scritta COME BACK -photo Dailymail

Sono passati tredici anni e oggi Banksy è uno dei più famosi e quotati artisti di Arte Contemporanea. Personaggi come Brad Pitt, Angelina Jolie and Jude Law sono collezionisti di opere di Banksy.

Per questa primavera a Ferrara è in piano l’apertura l’apertura della mostra su Banksy, in attesa che il Coronavirus ci lascerà liberi di andarla a visitare.

Infatti la street art è in qualche modo oramai sdoganata dai regolamenti di urbanistica. Anzi si è aperto il dibattito se sia lecito o meno rimuovere le opere di street art dal luogo di appartenenza. E mentre critica e società chiedono di mantenere l’identità dell’opera inamovibile, i prezzi delle opere degli artisti di street art salgono a quotazioni mai immaginate.                                                                                                                         

Per più di 5 anni John Travolta e Samuel L. Jackson hanno minacciato i passanti impugnando banane nel centro di Londra. Oggi resta solo il mito dell’opera perduta, omaggio di Bansky al genio di Tarantino che con con il film Pulp Fiction ha segnato un punto di svolta nel cinema.

di M. Cristina Cadolini

Back to top button