Nel 1974 Barry White balza ai vertici delle classifiche con il singolo You’re the First, the Last, My Everything, una canzone senza tempo che ci fa ballare ancora oggi.

Barry White - Photo Credits: web
Barry White – Photo Credits: web

Un singolo da vetta delle classifiche

La canzone è contenuta nel terzo album dell’artista texano Can’t get enough. È scritta a sei mani da White insieme ad Anthony Sepe e Peter Sterling Redcliffe. Quest’ultimo aveva composto il testo circa 21 anni prima come canzone country. Barry White l’ha ripresa riscrivendo alcune parti del testo e trasformandola in un brano disco.

Il ritmo incalzante accompagnato dalla voce profonda e tenebrosa di White ne fanno una fresca e romantica dichiarazione d’amore, alla quale è impossibile restare indifferenti: ben presto ci si ritrova a seguire il ritmo con un piede o con le mani o addirittura ad avere voglia di ballare.

A luglio diventa disco d’Oro ed è il quarto brano di White ad entrare nella Top Ten di Bilboard Hot 100 piazzandosi in seconda posizione.

Barry White al Pavarotti and Friends – 2001

Palchi internazionali e incursioni al cinema e in tv

Barry White ha interpretato quello che è diventato un suo intramontabile classico in ogni suo live fino alla sua morte (4 luglio 2003). Ricordiamo un’esibizione particolarmente emozionante sul palco del Pavarotti and Friends nel 2001.

Inoltre, il brano è stato spesso inserito in colonne sonore al cinema, come in Bridget Jones. Ma soprattutto è diventato un must all’interno della serie tv americana Ally McBeal, andata in onda dal 1997 al 2002. Barry White, nel telefilm, è l’idolo di John Cage, uno dei protagonisti, che ne ha una prima visione durante una scena d’amore con la sua compagna e che in particolare usa proprio You’re the First, The Last, My Everything per caricarsi prima delle udienze in tribunale, accompagnandola con un singolare balletto. Il cantante sarà anche guest star in un paio di episodi, impersonando sé stesso e cantando appunto il brano.

Scena da Ally McBeal in cui i protagonisti ballano sulle note di You’re the First, the Last, My Everything

A distanza di 46 anni, la canzone non ha ancora perso la sua freschezza e continua a farci innamorare e ballare.

seguici su:
twitter
instagram
facebook
Metropolitan Music

© RIPRODUZIONE RISERVATA