Cronaca

Bersaglio Tokyo 2020

Prende vigore la cascata di dardi che ha come obiettivo arrivare preparati ed agguerriti a Tokyo 2020.

Son molteplici le azioni che sono state messe in campo dalla Federazione e sembra che gli animi si stiano smuovendo e stiano seguendo l’ondata di nuove proposte o conosciute iniziative riviste per migliorare i risultati.

Definito il Club Elite che si era riunito qualche settimana fa a Roma ora iniziano i raduni per specialità. A partire da ieri son state convocate le saette azzurre presso il Centro di Preparazione Olimpica di Formia dove si alleneranno congiuntamente fino a venerdì 17 novembre. Mentre la settimana successiva saranno le promesse-under 25 a riunirsi a Modena per le prove multiple.

Questi i nomi in azzurro assoluto convocati dal DT Locatelli:

UOMINI

José Bencosme (Fiamme Gialle), Federico Cattaneo (Atl. Riccardi Milano 1946), Eseosa Desalu (Fiamme Gialle), Massimiliano Ferraro (Atl. Riccardi Milano 1946), Matteo Galvan (Fiamme Gialle), Eusebio Haliti (Esercito), Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946), Davide Manenti(Aeronautica), Diego Marani (Fiamme Gialle), Davide Re (Fiamme Gialle), Michele Tricca (Fiamme Gialle), Michael Tumi (Fiamme Oro) e Lorenzo Vergani (Cus Pro Patria Milano)

DONNE

Audrey Alloh (Fiamme Azzurre), Anna Bongiorni(Carabinieri), Marzia Caravelli (Aeronautica), Maria Benedicta Chigbolu (Esercito), Ayomide Folorunso (Fiamme Oro), Jessica Paoletta (Esercito), Irene Siragusa (Esercito) e Maria Enrica Spacca (Carabinieri).

Inoltre Stefano Baldini, responsabile e Direttore Tecnico del settore di sviluppo giovanile ha convocato 13 atleti under 25: Luca Antonio Cassano (Atl. Firenze Marathon), Daniele Corsa (Fiamme Oro), Lodovico Cortelazzo (Assindustria Sport Padova), Wanderson Polanco (Atl. Riccardi Milano 1946), Rebecca Borga (Atl. Riviera del Brenta), Elisabetta De Andreis (Acsi Italia Atletica), Elisa Di Lazzaro (Cus Parma), Raphaela Lukudo (Esercito), Alessia Niotta (Atl. Brescia 1950), Desola Oki (Fiamme Oro), Alexandra Troiani (Cus Pro Patria Milano), Virginia Troiani (Cus Pro Patria Milano) e Ylenia Vitale (Libertas Friul Palmanova).

A tutti loro auguriamo buon lavoro e speriamo di cogliere dolci frutti nel corso della stagione.

E nel weekend son stati chiamati al lavoro non solo gli atleti ma anche i tecnici… non solo i tecnici degli atleti precedentemente citati, che ovviamente prenderanno parte al raduno, ma gli istruttori, gli allenatori o insegnanti di educazione fisica, o ancora più semplicemente appassionati di sport, hanno avuto modo di prendere parte al convegno Atleticamente 2017.

Questo seminario che ha per tema la tecnica e la metodologia per lo sport, con particolare riferimento all’atletica leggera, quest’anno ha raggiunto le 340 partecipazioni. Questo è un chiaro indice di come si stiano smuovendo le cose e si stia dando maggiore peso alla formazione e all’istruzione delle figurare di riferimento per gli atleti.

http://www.fidal.it/upload/files/CENTROSTUDI/Centro%20Studi%202017/ATLETICAMENTE%202017.pdf

Il convegno è stato aperto dal suo ideatore Dino Ponchio, direttore Scientifico della Scuola Regionale dello Sport del Veneto, che ha portato avanti questa iniziativa insieme a tutto il supporto della FIDAL, del Comitato Regionale CONI Veneto, del Centro Studi FIDAL, del Comitato Regionale FIDAL Veneto e Scuola Regionale dello Sport del Veneto con grande appoggio da parte del presidente FIDAL Alfio Giomi, presente nella giornata di sabato 11.

Il primo intervento  è stato eseguito dal sopracitato Direttore Tecnico Elio Locatelli per il report sull’attività portata avanti sin qui, in particolar modo a proposito di Londra.

Son grandi nomi quelli che intervengono e i cui interventi vengono apprezzati dall’eterogeneo uditorio: Nicola Maffiuletti (professore associato Università di Borgogna) che tratta specifici temi dell’allenamento della forza anche in termine di prevenzione dagli infortuni; Jean-Benoit Morin (docente dell’Università di Nizza e di St. Etienne e nei Master di Uni. Lione, Nantes e Poitiers.) che racconta la sua esperienza con realtà sportiva francese, in particolar modo con l’astista Cristophe Lemaitre, consigliando anche delle metodiche di controllo dell’allenamento attraverso video realizzabili con smartphone attraverso l’impiego di particolari applicazioni. Il suo intervento viene anche corredato da una dimostrazione pratica per la quale si presta l’azzurro Michael Tumi.

Nella giornata di domenica sono Patrizio Parcesepe, allenatore del bronzo olimpico della marcia Antonella Palmisano, ad effettuare il suo intervento con focus sull’importanza di una programmazione di crescita e scelta delle strategie di lungo termine; segue poi l’intervento di Salvino Tortu, padre ed allenatore del fenomenale velocista junior Filippo Tortu, che si è concentrato sugli aspetti tecnici della corsa veloce e sulle metodologie per effettuare miglioramenti. Carlo Buzzichelli (direttore dell’International Strenght & Conditioning Istitute) che parla del suo lavoro in America e a Cuba. A termine sono intervenuti Gaspare Pavei (PhD all’Università Statale di Milano), e Stefano Serranò (tecnico dell’Aeronautica Militare e collaboratore FIDAL) per parlare delle metodologie della ri-atletizzazione e riportare le loro esperienze tra cui il caso di Marco Fassinotti.

Resoconto completo delle due giornate ai seguenti link:

http://www.fidal.it/content/Atleticamente-340-tecnici-a-lezione-di-atletica/110717

http://www.fidal.it/content/Atleticamente-340-tecnici-a-lezione-di-atletica/110717

E questi sono i nomi dei multiplisti convocati dal 22 al 26 novembre a Modena:

Matteo Chiusolo (Sportrace), Luca Dell’Acqua (N. Atl. Fanfulla Lodigiana), Eleonora Ferrero (Cus Genova), Sveva Gerevini (Cremona Sportiva Atl. Arvedi), Marco Leone (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), Federica Palumbo (Us Sangiorgese), Lucia Quaglieri (Modena Atletica) e Jacopo Zanatta (Silca Ultralite Vittorio Veneto).

Insomma ci si stanno rimboccando le maniche per cercare di riportare l’atletica a livello tale che si possa giocare le sue carte al meglio nei prossimi appuntamenti internazionali come i campionati europei del prossimo agosto.

Tutti gli appuntamenti internazionali previsti al seguente link:

https://www.iaaf.org/competition/calendar#30

Per concludere: “Un sogno è solo un sogno. Un obiettivo è un sogno con un progetto e una scadenza” Harvey B. Mackay

 

Giulia Ceribelli

Back to top button