Games

Between Two Cities: Costruire una città è un lavoro Edificante! – La Recensione

Between Two Cities è un gioco ideato da Ben Rosset e Matthew O’Malley, disegnato da Beth Sobel, ed edito dalla Stonemaier nel 2015. Perfetto dagli 8 anni in su, ogni partita dura all’incirca 25 minuti e si può giocare dai 3 ai 7 giocatori ( ma all’interno della scatola troverete anche i regolamenti per giocare in 2 e in solitario). Nonostante siano passati degli anni, resta probabilmente uno dei giochi migliori se volete regole semplici e pochissimi tempi morti… Quindi non resta che dare un benvenuto alla primavera con una bella giocata fra amici mettendo alla prova le vostre capacità nel costruire città ben strutturate!

Contenuto della scatola:

All’interno della scatola, che è esattamente delle stesse dimensioni che avranno le vostre città, troviamo:

  • Il regolamento di Between Two Cities: la versione base da 3 a 7 giocatori, le regole per giocare in coppia e in autonomia, e una variante per i giocatori più esperti
  • 14 token città
  • 1 tabellone segnapunti
  • 108 tessere building
  • 24 tessere duplex
  • 15 carte random, che indicano l’ordine in cui i giocatori si siedono al tavolo
  • 7 carte ricorda punti
  • 20 carte automa + 3 carte nome + 1 carta ricorda punti automa ( queste servono solo nella versione solitario)
Between Two Cities - Photocredits: Carlotta Mione
Between Two Cities – Photocredits: Carlotta Mione

Between Two Cities – Come si gioca?

Per prima cosa si mescolano le carte random, e ci si siede in base all’ordine stabilito dalla carta. Poniamo il caso abbiamo pescato ” In ordine di Compleanno”, il giocatore che festeggia il compleanno prima di tutti si siede e a partire dalla sua sinistra si siedono gli altri seguendo la data di partenza. Lasciatevi un pò di spazio fra un giocatore e l’altro per poter costruire le città che devono avere le dimensioni di un quadrato 4×4.

Between Two CIties (Esempio di Carta Random, in questo caso ci si siede in oridne alfabetico) - Photocredits: Carlotta Mione
Between Two Cities (Esempio di Carta Random, in questo caso ci si siede in ordine alfabetico) – Photocredits: Carlotta Mione

Posizioniamo il tabellone segnapunti al centro del tavolo e disponiamo le tessere duplex mescolate in due file, adiacenti al tabellone. Fra ogni giocatore sistemiamo un token città, e sistemiamo le tessere building all’interno della scatola, rivolte verso il basso. Ogni Partita è composta da 3 Turni che si svolgono in questo modo:

Round 1: Il giocatore che si è seduto per primo, pesca 7 tessere edificio, ne sceglie 2 e le posiziona coperte davanti a se. Passa le restanti al giocatore alla sua sinistra, che a sua volta ne sceglie 2 e passe le restanti alla sua sinistra, e così via fino a che non resta solo una tessera che finisce scartata a faccia in su. Finito il giro, simultaneamente tutti i giocatori dispongono una tessera per ognuna delle due città. Tutto questo potendosi confrontare col giocatore con cui si condivide la costruzione, decidendo se vogliamo favorirlo o meno.

Round 2: Ogni giocatore pesca 3 tessere Duplex e ne sceglie 2, mettendole coperte davanti a se, e scartando la rimanente. Una volta che tutti i giocatori hanno scelto le loro tessere duplex, le posizionano simultaneamente all’interno delle loro città. Queste tessere rappresentano due edifici e possono essere posizionate solo nel verso in cui sono rivolte.

Round 3: Come nel round 1, il giocatore pesca 7 carte building e ne sceglie 2, ma in questo round passerà le tessere restanti alla sua destra. Il Meccanismo di gioco resta lo stesso, le tessere passano di giocatore in giocatore fino a che non ne resta 1 sola che viene scartata. A questo punto si posizionano le ultime tessere e si procede al conteggio dei punti.

Variante a 2 giocatori e Solitario

Nel caso in cui i giocatori siano 2, si procede comunque alla costruzione di due città per ogni giocatore. In questa variante i punti dei giocatori verranno poi calcolati sommando i punteggi delle due città costruite. Per quanto riguarda il gioco in solitario, sono disponibili due versioni, una per imparare le basi del gioco e l’altra per renderlo un pò più dinamico. In entrambe, il gioco si sviluppa grazie alle carte AutoMarta e AuTommaso che rappresentano i due giocatori che dovrete fronteggiare, e che costruiranno la loro città grazie alle carte automa.

Between Two Cities: Come si contano i Punti?

Il punteggio viene calcolato in base alle tessere building che possono avere un valore diverso non solo in base alla loro categoria, ma anche alla loro posizione e quantità all’interno del quadrato città. Se la dinamica del gioco fino a qui è stata super chiara, potremmo temere la spiegazione dei punteggi delle tessere… ma è più semplice di quello che sembra. Nel caso in cui ci scordassimo il valore di un edificio ci basterà dare un’occhiata alla carta punteggio che viene data ad ogni giocatore proprio per questo. Esistono 6 tipi di edifici:

 Esempio di città costruita - Photocredits: Carlotta Mione
Esempio di città costruita – Photocredits: Carlotta Mione

Negozi: Possono valere 2/5/10/16 quando sono connessi su una linea dritta e ogni tessera può essere contata una sola volta. Quindi nel caso di una croce, conteremo la tessera negozio di intersezione in una sola linea.

Fabbriche: Nella città con più fabbriche, ogni fabbrica vale 4 punti; nella seconda città con più fabbriche 3; nella terza città con più fabbriche 2.

Locali: Ci sono 4 diversi tipi di locali ( sono identificati da un diamante rosso) e valgono in maniera diversa a seconda della quantità di locali differenti che le vostre città hanno da offrire. Se abbiamo un solo locale vale 1 punto; 2 tipi di locali 4; e se invece ne abbiamo 3 sono 9 punti e per tutti e 4 i locali sono 17 punti. Ci possono essere doppioni ( verranno conteggiati separatamente) e possono essere posizionati vicini.

Uffici: Gli uffici valgono 1/3/6/10/15/21 in base alla quantità di uffici presenti nella città, con un +1 in caso siano posizionati accanto a un locale.

Parchi: I parchi nelle vostre città devono essere collegati fra loro per farvi guadagnare più punti. Un parco vale 2; due parchi connessi valgono 8 punti; tre parchi 12 ecc ecc. Dopo il terzo parco connesso, per ogni tessera si conta un +1 aggiuntivo. Per essere connessi i parchi devono condividere almeno uno dei lati, o un angolo, delle tessere building.

Case: Le case valgono in base alla varietà di edifici presenti nella città ( escludendo le case). Se nella nostra città sono presenti 3 tipi di edifici, le case varranno 3 punti; 5 diversi edifici fanno salire il valore delle case a 5 punti. Se però sono disposte adiacenti ad una fabbrica valgono solo 1 punto.

Alla fine del terzo round, si contano i punteggi delle città. Il punteggio finale di ciascun giocatore corrisponderà a quello della sua città col punteggio più basso. Ed è proprio per questo motivo che conviene cercare di non sfavorire troppo una città rispetto all’altra.

Carta Ricorda Punteggio - Photocredits: Carlotta Mione
Carta Ricorda Punteggio – Photocredits: Carlotta Mione

Conclusioni

Ovviamente, come per tutti i giochi c’è bisogno di trasporto e comprensione delle regole, altrimenti avrete purtroppo l’errata percezione di trovarvi di fronte a qualcosa di macchinoso.. Precisazione che ci tengo a fare perchè non si tratta ovviamente di un party game, ma proposto a gruppi di persone che hanno già un’intesa si difende sempre molto bene. Per questo motivo lo preferisco nelle occasioni dove ci sono più di 3 giocatori perchè a mio parere confrontarsi con gli altri giocatori per la costruzione delle città è la componente più divertente.

Seguiteci sulle nostre pagine Facebook e Instagram

Carlotta Mione

Adv

Related Articles

Back to top button